L'identikit - Marash Kumbulla. GRAFICA!

18.09.2020 08:03 di Alessandro Carducci Twitter:    Vedi letture
L'identikit - Marash Kumbulla. GRAFICA!

Dopo l’arrivo di Pedro a parametro zero, la Roma mette a segno il secondo colpo del suo mercato con l’acquisto di Marash Kumbulla dall’Hellas Verona.

CARRIERA – Kumbulla è nato a Peschiera del Garda l’8 febbraio del 2000 da genitori albanesi. Inizia fin da subito, dall’età di 8 anni, a giocare nell’Hellas Verona, facendo l’esordio in prima squadra il 12 agosto del 2018 in Coppa Italia contro il Catania. L’esordio in Serie A avviene il 25 agosto del 2019, quando l’Hellas Verona affronta il Bologna pareggiando 1-1. Per quanto riguarda la Nazionale, ha scelto di difendere i colori dell’Albania con cui ha giocato in tutte le selezioni giovanili. Il 31 agosto 2019 è stato convocato per la prima volta dalla Nazionale maggiore ma il suo esordio è avvenuto il 14 ottobre dello stesso anno, nel match contro la Moldavia, subentrando nei minuti finali.

PUNTI DI FORZA – Kumbulla è alto 191 cm e ha una struttura robusta. Molto abile nei duelli aerei, regge bene il contrasto e, nell’ultima parte di campionato, l’abbiamo visto duellare fisicamente contro Luakaku cavandosela bene. Nell’Hellas Verona di Juric era abituato a giocare con la difesa a tre, ricoprendo tutti i ruoli, in particolare quello di centrale difensivo e di centrale sinistro. Molto aggressivo, preferisce difendere in avanti, andando in anticipo sull’avversario o difendendo comunque molto alto, cercando proprio di non far girare il suo uomo. Se puntato nell’uno contro uno, cerca correttamente di indirizzare l’avversario verso l’esterno del campo ma non ha la rapidità necessaria per inseguire e arginare un calciatore rapido che dovesse puntarlo e superarlo sulla corsa. Se la cava discretamente bene anche con il piede debole. Il passaggio è solitamente preciso ma al compagno più vicino e difficilmente tenta una giocata più complicata, preferendo andare sul sicuro. 
Viste le sue caratteristiche e la sua ottima fisicità, potrebbe essere impiegato anche in una difesa a 4.

PUNTI DEBOLI – Data la sua struttura fisica e la sua mancanza di esplosività nello scatto, potrebbe soffrire contro calciatori rapidi. Con l’Hellas Verona era abituato quasi a marcare a uomo il suo avversario, seguendolo molto alto anche nella metà campo avversaria senza preoccuparsi di lasciare scoperta la propria zona.  

PERCHÉ PUÒ SERVIRE ALLA ROMA – Abituato a giocare a tre, può ricoprire sia il ruolo di centrale e sia quello di centrosinistra, con Mancini titolare inamovibile sul centrodestra. Fonseca vuole giocare con una difesa alta e un recupero immediato del pallone, caratteristiche che ben si sposano sia con Kumbulla e sia con lo stesso Mancini. Non è un caso, infatti, che le prestazioni dell’ex atalantino siano migliorate dopo il lockdown, quando la Roma ha iniziato a pressare alto mentre prima aspettava maggiormente i suoi avversari. Avere centrali difensivi con queste caratteristiche dovrebbe garantire una corretta applicazione della filosofia di gioco di Paulo Fonseca. Viceversa, con una Roma passiva e un baricentro basso si potrebbero evidenziare i difetti nell’uno contro uno di entrambi i difensori giallorossi.

Nome – Marash Kumbulla
Ruolo – Difensore centrale
Età – 20
Piede preferito – Destro 

Rapidità 6
Aggressività 8
Duelli aerei 7,5
Forza fisica 7,5
Impostazione 6
Agilità 6
Anticipo 7
Marcatura 7