Zeman: "Soddisfatto ma abbiamo margini di miglioramento. A tratti abbiamo disputato un ottimo calcio"

02.09.2012 23:14 di Yuri Dell'Aquila   vedi letture
Fonte: Sky Sport
Zeman: "Soddisfatto ma abbiamo margini di miglioramento. A tratti abbiamo disputato un ottimo calcio"
Vocegiallorossa.it
© foto di www.imagephotoagency.it

Zdeněk Zeman a Sky Sport

"Penso che abbiamo fatto una buona partita, a tratti siamo andati molto bene e questo risultato ci deve dare la convinzione per giocare meglio, sicuramente abbiamo margini di miglioramento. Analisi tattica? A tratti siamo stati molto pericolosi, a volte però dovevamo fermarci per riposare. E' normale che sia così, sono le prime partite e alcune cose dobbiamo ancora impararle. Lo striscione dei tifosi interisti per me? Posso ringraziare quelli che l'hanno messo, poi spero che in tanti altri la pensino così. La prestazione di Totti? Ha fatto precisamente quello che doveva fare e quello che gli avevo detto di fare, noi sfruttiamo le sue capacità. La scelta di giocare con Florenzi e non Pjanic? Pjanic non è al meglio, ha avuto problemi in settimana al polpaccio, a me piace il centrocampo che aggredisce, riparte ed entra negli spazi. Marquinho e Florenzi lo sanno fare. Un giudizio specifico su Florenzi? Ha già giocato a Roma per tanti anni, l'anno scorso ha fatto molto bene a Crotone per quantità e qualità. E' un ragazzo che lavora su entrambe le fasi, anche lui ha grande margine di miglioramento. Questi giocatori possono fare bene per altri 10 anni. La Lazio? Io penso alla Roma, penserò a loro quando ci sarà il derby. La prossima partita è contro il Bologna, non contro la Lazio. Nessuna domanda sulla Juventus oggi e se mi sono salutato con Moratti? Innanzitutto posso fare i complimenti alla Juventus che ha vinto contro una grande Udinese, Moratti non l'ho incontrato, ero chiuso nello spogliatoio, poi sono uscito e non c'era più".

Zdeněk Zeman a Rai Sport

“Miglioramento rispetto al Catania? Lavoriamo da più di due mesi, oggi c’è stata più convinzione, i ragazzi volevano fare la partita e ci sono riusciti. Siamo in 23, possono giocare tutti, Florenzi ha fatto la sua parte. Ogni tanto mi arrabbio perché io dalla panchina vedo giocate che loro non vedono, ma è andata bene così. Scudetto? Dopo due giornate è difficile parlare, sono contento di questa prestazione e del risultato. Siamo una squadra abbastanza giovane, abbiamo margini di miglioramento e questi risultati importanti aiutano. Se l’euforia di Roma mi spaventa? A me fa piacere che le persone si interessino, noi facciamo il calcio per loro. La prestazione di Destro? Abbiamo fatto uno sforzo per portarlo a Roma, è un ragazzo giovane di grandi qualità. Oggi era la prima volta che giocava in quella posizione, non si è ambientato al meglio ancora. Penso che farà molto bene. Un consiglio per Stramaccioni? L’ho visto prima e dopo la partita, ha delle idee che oggi magari non è riuscito a far fare alla squadra. L’Inter è una buona squadra che crescerà con lui, è uno dei pochi che ha le sue idee calcistiche. Totti? Deve partire a sinistra e andare a giocare tra le linee, è un vantaggio per tutta la squadra. Fase difensiva? Quando siamo corti è difficile passare, per me la linea si deve muovere comunque. Io li vorrei un po’ più mobili ancora. A centrocampo siamo stati più attivi e propositivi dell'Inter, loro sono abituati a giocare più sul possesso".

Zdeněk Zeman a Mediaset Premium

“Roma da Scudetto dopo stasera? Difficile valutare in questo momento, dopo una partita. Siamo di contenti di aver disputato una buona gara su un terreno difficile. Totti trequartista? Direi un mezzo esterno, funzionale agli altri due attaccanti. A lui piace fare assist e giocare per gli altri. Sta bene, ha fatto tutta la preparazione e vederlo rincorrere l’avversario per 60 metri mi ha fatto piacere. Finché c’è la voglia di giocare in velocità, attaccare e rubare palla ai rivali va bene, ma ci sono margini di miglioramento. Dobbiamo continuare su questa strada. Il possesso palla non mi piace, perché se non hai piedi buoni o sbocchi dove andare si perde la palla, per questo bisogna lavorare sui ritmi. Striscione? Mi ha fatto piacere, penso che la gente voglia un calcio pulito, deve tornare un gioco".

Zdeněk Zeman in conferenza stampa

I tifosi dell'Inter hanno esposto lo striscione: "Onore a Zeman, icona di un calcio pulito"
"Sono contento che la gente voglia un calcio pulito, vedere calcio vero e tanto spettacolo".

Tatticamente tutto come previsto?
"Tutto ancora no ma sono contento: sono scesi in campo facendo giocare poco l'Inter e ripartendo quando c'era la possibilità. Il centrocampo era più mobile di quello avversario e la partita si è decisa lì".

La partita si è decisa dal punto di vista tattico o fisico?
"Può essere che l'Inter fosse più stanca visto l'impegno di coppa. La mia squadra mi piace possa giocare sempre con un buon ritmo".

Pjanić non era al 100% ma sarebbe stato comunque questo il centrocampo titolare?
"No, avrebbe giocato lui".

Chi sarebbe rimasto in panchina?
"Uno dei due".

Le è piaciuto di saper soffire per poi ripartire?
"Abbiamo sofferto due mesi di preparazione, dura e difficile, in modo da saper soffrire".

Rispetto a Catania la squadra ha giocato molto più in verticale. Merito di Tachtsidis?
"Ne abbiamo parlato con la squadra, cercando di corregere quello che non andava bene e l'approccio è stato giusto".

Prime impressioni sul campionato?
"Non dobbiamo sognare, dobbiamo lavorare per far sognare gli altri. Se ci sarà convinzione e voglia penso che possiamo mettere in difficoltà tante squadre".

Destro? Giocherà altre volte da esterno destro?
"E' la prima volta che ha giocato lì, si è sacrificato anche per tenere l'avversario e forse in fase offensiva dovrebbe cercare più collaborazione con i compagni, anche con Osvaldo. E' questione di tempo".

Zdeněk Zeman a Roma Channel

"Fa piacere sempre quando si fa qualcosa di buono, i tifosi devono ringraziare la squadra per l'impegno profuso e per il risultato. I giovani? Lo dico dall'inizio, sono contento di questa rosa, per me possono giocare tutti e spero che tutti questi ragazzi daranno qualcosa di positivo alla Roma. Sono contento per il comportamento della squadra, per la voglia di fare la partita e di non farla fare all'Inter; gli abbiamo impedito il possesso palla e se non riusciva a costruire ma metteva soprattutto palle lunghe è stato grazie al nostro centrocampo e al'attacco. Totti-Osvaldo si interscambiano? Totti ha trovato la posizione tra le due linee di centrocampo e quella difensiva; quando ci riesce si libera bene ed è pericoloso per tutto, non solo per gli assist ma penso che potra fare anche qualche gol".