Zeman: "Lo scontro con la Juve mi ha danneggiato tanto"

17.05.2012 16:29 di Alfredo Garofalo   vedi letture
Fonte: Repubblica.it
Zeman: "Lo scontro con la Juve mi ha danneggiato tanto"
Vocegiallorossa.it
© foto di Luigi Gasia/TuttoNocerina.com

L'allenatore del Pescara, Zdenek Zeman, ha rilasciato un'intervista al sito Repubblica.it di cui vi proponiamo uno stralcio. “Stadi semivuoti? Pescara è un'eccezione perché i risultati aiutano a far venire la gente – spiega il boemo -  Ma penso che il pubblico in generale apprezzi il bel calcio e le mie squadre, sia quando vincono che quando perdono, cercano di far vedere uno spettacolo ai tifosi”. Sul modulo che lo ha reso celebre a livello internazionale invece commenta: “Il 4-3-3? – continua l'allenatore vicino alla promozione in massima serie con la compagine abruzzese - La disposizione sul campo è per me una questione geometrica, di distanze giuste e di triangoli uguali. Ma tutti i moduli sono perfetti se vengono eseguiti bene - aggiunge - Io conosco questo, magari negli anni ho cambiato qualcosa, comunque sono contento del mix ottenuto". Proprio sul suo lavoro, quello di allenatore, che a molti suoi colleghi come Guardiola, Guidolin e Luis Enrique  ha prodotto stanchezza e stress, tiene a precisare: “E' un problema che non mi riguarda. A me interessa solo il divertimento, anche se poi in campo qualche volta ti arrabbi. Magari posso capire Guardiola, perché lì effettivamente si giocano ottanta partite all'anno". L'ex tecnico di Roma e Lazio fa anche un bilancio della sua carriera: “Io penso di aver avuto squadre – con riferimento ai due club della capitale - che giocavano da primo posto ma che non hanno ottenuto il primo posto. Se mi ha danneggiato lo scontro con la dirigenza juventina? Mi ha danneggiato tanto. Vedo che la Juve mette la terza stella senza chiedere il permesso a nessuno, ma se qualcuno pensa che Calciopoli sia nata nel 2005 e morta nel 2006 si sbaglia di grosso.Se ho rimpianti? Non aver mai allenato una grande squadra, con un club più strutturato. Beh, penso sia una cosa diversa”. Chiusura sul suo futuro. “Ci restano due partite per la promozione – conclude Zeman - il resto sono chiacchiere. A fine campionato, se ci saranno cose concrete, ne riparleremo".