TRIGORIA - Smalling: "Sono tornato per vincere. I nuovi proprietari ci aiuteranno, ci fanno sentire una famiglia. Il capitano è Dzeko". VIDEO!

15.10.2020 08:13 di Vincenzo Pennisi   Vedi letture
TRIGORIA - Smalling: "Sono tornato per vincere. I nuovi proprietari ci aiuteranno, ci fanno sentire una famiglia. Il capitano è Dzeko". VIDEO!

Chris Smalling si è ripresentato ieri da giocatore della Roma. Ecco le sue parole riportate da Vocegiallorossa:

Come hai ritrovato questa squadra?
"Questa è una squadra più forte dell'anno scorso, non vedo l'ora di cominciare questa stagione, possiamo toglierci grandi soddisfazioni"

Cosa hai provato al tuo ritorno?
"Le sensazioni provate all'aeroporto non le avevo mai provate in vita mia, così come quando a Trigoria sono passato davanti ai trofei. Voglio aiutare questa squadra a vincere un trofeo".

Sei pronto ad indossare la fascia?
"Dzeko è uno dei capitani migliori al mondo, nel calcio c'è bisogno di leader e io sono in grado di poterlo essere, magari anche migliorando il mio italiano. In questo gruppo ci sono molti leader e Dzeko è tra questi".

Un’altra ragazza è stata trovata grazie all’iniziativa della Roma. Tu sei molto impegnato in queste iniziative, ce ne parli?
"Già lo scorso anno aveva raccolto dei successi, non posso che esprmere il mio orgoglio. Si parla di temi più importanti del calcio, ma noi possiamo trasmettere qualcosa perchè il calcio in questo fa da tramite. La Roma è un esempio in questo, ha dimostrato grande disponibilità per collaborare con la mia associazione".

 Quanto hanno contato squadra, società e città per il tuo ritorno?
"Innanzitutto sono un calciatore e avevo voglia di rivivere le sensazioni provate con questa squadra e questo mister. Vivere in una città come Roma è una cosa in più, è stata una trattativa lunga e voglio dare soddisfazione".

 Come hai trovato i nuovi proprietari?
"Quando sono arrivato sono stato accolto in maniera splendida, ho incontrato Ryan ed è stato un piacere trovare volti nuovi e conoscere i nuovi proprietari. Sono sempre presenti, ci fanno sentire come una famiglia. Mi è capitato poche volte di vedere i proprietari vicini alla squadra e posso contarle sulle dita di una mano, saranno importanti per raggiungere i nostri obiettivi".