TRIGORIA - El Shaarawy: "Domani gara importante per me e per la squadra. Pensare al Milan sarebbe un errore. Dobbiamo fare meglio con le grandi". VIDEO!

25.02.2021 07:59 di Gabriele Chiocchio Twitter:    vedi letture
TRIGORIA - El Shaarawy: "Domani gara importante per me e per la squadra. Pensare al Milan sarebbe un errore. Dobbiamo fare meglio con le grandi". VIDEO!
© foto di Simone Valdarchi

Le parole di Stephan El Shaarawy in conferenza stampa, ieri, alla vigilia della sfida contro il Braga.

Avevi fatto molto bene a Roma nella prima avventura, non c'erano dubbi che avessi subito un buon impatto. A che punto é la tua crescita atletica?
"La condizione sta migliorando, ho fatto due spezzoni di partita perché il piano di gestione era questo. Domani sarà la mia prima da titolare, non gioco da titolare dalla nazionale, però sto molto meglio fisicamente e domani sarà una partita importante per la squadra e per me, per prendere minuti e maggiore fiducia e per la qualificazione".

Quanto pensi che manchi una figura di Totti nel club?
"È stato un onore e un privilegio giocare con lui, uno dei più forti nella storia del calcio italiano e mondiale, che ha trasmesso gran senso di appartenenza. Continuo ad avere un ottimo rapporto con lui. In questa situazione sono dinamiche societarie in cui non voglio entrare, abbiamo una partita importante domani, cerchiamo di pensare a quello".

Hai avuto due subentri positivi. A Benevento avresti battuto tu il rigore?
"Penso che avrebbe dovuto tirarlo Lorenzo, ma c'era il fuorigioco e non ci hanno dato il rigore. Ho cercato di avere un impatto forte e di aiutare la squadra, a Braga siamo riusciti a fare il secondo gol".

Domenica c'è il Milan, quanta distanza c'è con loro?
"Il Milan sta facendo un'ottima stagione, ha una squadra giovane con personalità importanti. Non attraversano un periodo negativo, saranno difficilissimi da affrontare. Ma sarebbe un grande errore pensare al Milan, domani c'è una partita fondamentale, serve grande concentrazione per qualificarsi".

La squadra, anche nei momenti di difficoltà, sembra avere sempre una propria identità. Hai riscontrato anche tu questo? Sono questi gli ingredienti giusti per andare avanti in Europa?
"Penso siano queste le cose da mantenere. Ho visto una grande identità in questa squadra, che cerca molto il possesso palla per poi fare male. Se poi hai giocatori di qualità, questo gioco si esalta. Sarà più semplice riuscire a essere decisivo, ho a fianco giocatori importanti, di grande qualità, che si mettono a disposizione. Dobbiamo migliorare con le grandi. Spero di invertire questa tendenza".