Roma Radio, Pallotta: "Curva Sud? La prossima settimana incontrerò il Prefetto. Non vado contro i miei veri tifosi"

10.11.2015 13:23 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    vedi letture
Fonte: Roma Radio
Roma Radio, Pallotta: "Curva Sud? La prossima settimana incontrerò il Prefetto. Non vado contro i miei veri tifosi"
Vocegiallorossa.it
© foto di Federico Gaetano

Il presidente della Roma James Pallotta è intervenuto ai microfoni di Roma Radio. Ecco le sue dichiarazioni:

"È stato un grande weekend, ho visto la squadra in gran forma. Il derby è stato vissuto con tranquillità. Già con l'Inter meritavamo di non perdere, contro la Lazio giocavamo senza tanti giocatori e abbiamo vinto lo stesso, è stata la miglior partita stagionale e dobbiamo continuare su questa strada. Castan sta recuperando, non vedo l'ora di rivederlo. Garcia e il suo staff stanno lavorando molto bene, credo che Salah possa tornare presto. Non leggo molto bene l'italiano, ma comprendo il senso delle prime pagine dei giornalisti. Hanno travisato le mie parole sulla Curva Sud, stavo scherzando. Ho trovato bello l'intervento dei tifosi all'Hilton, ho semplicemente detto di aver visto la partita con Zecca e altri miei amici e stavamo formando noi la Curva Sud, non sono contro i miei tifosi, voglio risolvere questa settimana. La prossima settimana incontrerò il Prefetto, spero che la soluzione sia vicina. Non sono contro i veri tifosi, ho problemi con quelle persone che denigrano e infangano i nostri giocatori. Il 99,9& dei nostri tifosi sono fantastici. In tre anni abbiamo fatto cose straordinarie, vogliamo rendere i nostri tifosi orgogliosi di noi, è il nostro obiettivo quello di creare una grande squadra. L'esultanza di De Rossi? L'ho vista, partecipa sempre con calore. Anche io le vivo con un certo nervosismo, non riesco nemmeno ad andare nei Roma Club perché cammino sempre nervosamente, le guardo a casa. Nemmeno allo stadio resto seduto allo stesso posto, lo stesso vale per le partite dei Boston Celtics. Mi fanno sorridere le reazioni di De Rossi e Florenzi, quest'ultimo sembrava un bambino trepidante in attesa di qualcosa (ride). Seguirmi mentre vedo una partita? Impossibile, dovreste mettermi troppi bip (ride). Sono bloccato a Boston, avevo in programma un viaggio a Roma e Milano di circa 12 giorni ma la questione stadio è molto complicato e resto a Boston. Forse arriverò a Roma la seconda settimana di dicembre ma in primavera starò molto tempo a Roma. Con me c'è anche Baldissoni, non lo vedevo da tempo, starà tre giorni e mi aggiornerà sulla situazione. Non è in vacanza il nostro direttore generale (ride)".