Garcia: "Buon primo tempo, manca sempre qualcosa. Totti? Non cercate problemi dove non ci sono"

23.02.2015 08:40 di Gabriele Chiocchio Twitter:    Vedi letture
Garcia: "Buon primo tempo, manca sempre qualcosa. Totti? Non cercate problemi dove non ci sono"
Vocegiallorossa.it
© foto di Image photo agency

Garcia a Sky Sport

"Nel primo tempo abbiamo giocato bene ed è incredibile non essere andati agli spogliatoi in vantaggio: Florenzi si è infortunato e alla prima occasione hanno pareggiato con autogol. Come si dice da voi, manca sempre uno per fare 31. Nel secondo tempo abbiamo avuto meno pazienza e più errori ma con un po' di fortuna, senza il loro gol e la traversa di Ljajic, potevamo vincere. Abbiamo giocato tre giorni fa e nell'ultimo quarto d'ora è normale essere stanchi. Doumbia? Gli ho detto rimanere avanti e sfruttare i palloni in area, è entrato quando il Capitano era stanco. Ma non ha avuto niente da mettere sotto i denti, ha bisogno di un gol per avere fiducia. Nel primo tempo la squadra ha avuto un buon atteggiamento e meno pazienza nel secondo. De Rossi centrale di difesa? Non vedo la necessità di un giocatore più  tecnico in difesa. Problemi in difesa? Sul gol di oggi non posso dire niente, nel primo tempo non hanno avuto occasioni. E' un momento sfortunato, nel primo tempo i ragazzi hanno dimostrato che quando siamo in movimento con palleggio veloce possiamo dare fastidio a tutti. Nella ripresa abbiamo fatto degli errori, loro hanno fatto delle ripartenze. Nell'ultimo quarto d'ora è mancata lucidità nell'ultimo passaggio. Dobbiamo sfruttare le occasioni che abbiamo, un tiro di Ljajic è finito sulla traversa. Poi abbiamo trovato lo specchio con una bella parata del portiere. Dopo l'1-1 il Verona è tornato in difesa e dobbiamo trovare soluzione nella continuità. Nel finale della gara si è sentita la partita di tre giorni fa. Problema fisico? Può succedere di avere un calo nell'ultimo quarto d'ora, ma ripeto che abbiamo giocato tre giorni fa e il Verona era più fresco. Siamo andati in vantaggio solo tre volte da gennaio, le altre sette eravamo sempre sotto e non abbiamo mai perso. La squadra nel secondo tempo può segnare e quindi non è un problema fisico. Nervosismo dei giocatori? Mi sembrata abbastanza intelligenti da sapere che Florenzi aveva una distorsione, per gli altri chiedete a Totti e De Rossi. Il Capitano vuole sempre giocare, non cercate problemi dove non ci sono".

Garcia a Mediaset Premium

L'assenza di De Rossi e la sostituzione di Totti? Daniele ha iniziato le ultime due gare e ha riposato oggi. Il capitano ha giocato bene 65 minuti ha segnato. Ci sono tante ragioni, c'è una striscia di gare da affrontare. Solito calo fisico? Ricordo che abbiamo giocato tre giorni fa in Europa. La Roma del primo tempo ha giocato un bel calcio e anche efficace. Il calcio è crudele, perché tornare negli spogliatoi sull'1-1 c'è tanta sfortuna. Ovviamente non c'è soltanto quella nelle ultime partite, abbiamo anche tanti assenti. Piano piano avremo una rosa più ampia. Ora non parlo di scudetto. Giovedì giocheremo con il Feyenoord, posso dire solo questo. Per quanto riguarda Florenzi ha subito una distorsione per un'entrata di un giocatore. Aveva chiesto lui di continuare, il calcio è crudele perché abbiamo preso questo mezzo gol quando lui non c'era. Ora dobbiamo difendere il secondo posto, non c'è altro da fare. Dobbiamo vincere le partite, abbiamo perso due punti oggi e dobbiamo fare di tutto per proteggere il secondo posto, per poter attaccare il primo. Se sono convinto della cessione di Destro e l'arrivo di Doumbia? Ma sì, lasciate tempo a Doumbia che è arrivato da poco e ha bisogno di lavorare perché si è fermato ad inizio dicembre in Russia, poi ha fatto la Coppa d'Africa e non ha fatto una preparazione adeguata, la stiamo facendo adesso e ha bisogno solo di un gol per trovare la fiducia. Noi lo facciamo lavorare perché trovi la condizione fisica. A gennaio sappiamo di aver perso dei punti, ma il campionato rimane lungo, siamo alla ventiquattresima e vuol dire che c'è tanto da fare, la strada giusta penso sia il primo tempo, nel secondo abbiamo avuto meno pazienza e commesso più errori. Giocando come nel primo tempo torneremo alla vittoria, a partire dall'Europa League. Non credo sia un momento cruciale ora che non stiamo tanto bene. Fino al 6 gennaio stavamo benissimo, non essere andati avanti in Champions nel girone con i campioni d'Inghilterra e di Germania non è negativo, è stato strano uscire quando eravamo già qualificati a pochi minuti dalla fine della sesta gara. Ora c'è l'Europa League e pensiamo a quella. Se questa squadra è peggiore di quella dell'anno passato? Non ha senso parlare dell'anno scorso, abbiamo una rosa diversa e con tanti impegni in più, con tanta sfortuna, non penso ci siano in Europa squadre che hanno avuto tutti i nostri problemi. La nostra strada tormentata ci ha fatto perdere punti, ora non dobbiamo perdere la fiducia e nel primo tempo abbiamo dimostrato di averne ancora".

Garcia in conferenza stampa

“Il campionato è lungo, abbiamo perso troppi punti. Abbiamo questa pareggite acuta, non fa più ridere questa cosa. Sono contento di aver visto la mia squadra giocare come ha giocato il primo tempo, mantiene fiducia nei singoli, è incredibile arrivare all’intervallo sull’1-1. Manca sempre uno per fare 31. Era previsto stare meno bene sul piano fisico, abbiamo perso alcuni palloni troppo facilmente, abbiamo mancato di pazienza, cosa che abbiamo avuto nel primo tempo contro undici giocatori in difesa. Ieri ho detto che per andare avanti bisogna ritrovare la strada della vittoria, nel primo tempo la strada era giusta, il secondo è stato molto peggiore. Ho detto ieri e lo ripeto oggi, ora bisogna solo stare zitti. Nella nostra posizione, qualunque cosa succeda saremo secondi. Dobbiamo proteggere il secondo posto, forse sarà l’unico modo per riattaccare il primo. Sostituire Florenzi? Se è tornato in campo pensava di poter farcela, invece non ha potuto. Questo mostra ancora che per me è solo un fatto di sfortuna, prendiamo un gol con un giocatore che non stava bene. Approfitto per dire che non è che non c’è stato fallo. Totti? Ci sono tutti i parametri, giochiamo giovedì e lunedì prossimo, siamo in una striscia di gare ravvicinate. Dopo 65 minuti bisogna vedere come stanno i giocatori e Francesco bisogna risparmiarlo. Sull’1-1 era necessario mettere un giocatore più vicino alla porta per sfruttare delle occasioni che non sono arrivate perché non abbiamo trovato soluzioni negli ultimi venti minuti per portare palloni pericolosi. Il Verona? Squadra che lotta, che basa una grande parte del suo gioco sulla palla per Toni, che ha fatto una bella gara sul piano della lotta. Per me non c’è un atteggiamento non rispettabile per le altre squadre, ci danno uno schema. Bisogna trovare soluzioni, nel secondo tempo l’abbiamo fatto meno”.

Garcia a Roma TV

Il miglior primo tempo dell’ultimo periodo? Siamo delusi dal pari, ma non è lo stesso pareggio delle altre volte. La Roma ha giocato veramente bene nel primo tempo, c’è la sfortuna che ci fa arrivare all’intervallo sull’1-1, hanno segnato su neanche mezza occasione. Abbiamo spinto sempre per dare problemi e abbiamo trovato la soluzione, è arrivato il bel gol del Capitano. Nell’ultimo quarto d’ora non avevamo gambe, mancava pazienza. L’aspetto fisico? Abbiamo giocato tre giorni fa, l’ultimo quarto d’ora è normale che veda giocatori meno freschi. Mi piace la fiducia mostrata nel primo tempo, la cosa peggiore sarebbe nascondersi. Abbiamo giocato in modo propositivo, meno nel secondo tempo per alcune ragioni, ma siamo sulla strada giusta. I falli di Hallfredsson? Florenzi è dovuto uscire su questa distorsione per questa entrata neanche fischiata, abbiamo pagato caro il momento in cui Florenzi era in campo e non sapeva se poteva continuare. Pensava di farlo, poi non ce la faceva più ed è dovuto uscire. Le soluzioni a spazi chiusi? Il tiro da fuori, allargare il gioco e sfruttare i cross. Nell’ultima mezz’ora, l’entrata di Doumbia era per avere presenza in area, ma abbiamo avuto meno soluzioni per mancanza di freschezza, dovuta alla partita di tre giorni fa. Perché la squadra si abbassa? Abbiamo fatto di tutto per rimanere alti e fare un pressing importante. Nel secondo abbiamo mancato di pazienza, abbiamo manovrato meno, i giocatori hanno voluto segnare e fare l’ultimo passaggio troppo presto. È un pareggio diverso, è un episodio quell’autogol e quell’infortunio di Florenzi che ci costa caro”.

Garcia alla Rai

"Addio scudetto? Quando non vinciamo bisogna dire che per il momento bisogna proteggere il secondo posto per attaccare il primo. Bisogna stare zitti e lavorare. Nel primo tempo siamo stati sfortunati, con una traversa nostra. Come dite voi manca sempre uno per fare trentuno. Negli ultimi 15 minuti abbiamo sofferto ma era normale. Abbiamo mancato di pazienza, loro stavano tutti dietro ed era necessario forse tenere il vantaggio un po’ di più. Nel secondo tempo abbiamo fatto molti errori in più rispetto al primo dove la partita è stata interpretata bene e questo mi piace. I giocatori hanno dimostrato di avere qualità. Ora dobbiamo pensare a fare bene giovedì che è una partita decisiva. La condizione precaria di Doumbia? E' normale perché a Mosca è da 2 mesi che non giocava, e poi non ha fatto per la Coppa d’Africa la preparazione che richiedeva. Stiamo lavorando per rimetterlo in condizione, lui è arrivato in un momento non positivo nostro, ha bisogno di un gol per sbloccarsi. La reazione di Totti al cambio? Mi auguro sempre che quando uno esce ha sempre voglia di continuare la gara. Non cercare problemi dove non ci sono. La gente vuole sapere come giocheremo contro la Juventus tatticamente? La gente avrà bisogno di aspettare perché la prossima partita è l’Europa League e tutta la nostra concentrazione sarà sulla partita di Rotterdam. Vogliamo qualificarci".

Garcia a Radio Rai

"Non riusciamo a vincere: siamo solidi, non perdiamo, ma non basta. Abbiamo perso altri due punti. I ragazzi hanno mostrato un bel gioco e fiducia in loro stessi. È così che torneremo alla vittoria. Che posso dire di più? L'1-1 all'intervallo è stato incredibile, non abbiamo saputo chiudere il match prima del duplice fischio. Nella ripresa abbiamo fatto meno bene, soprattutto nell'ultimo quarto d'ora. La vetta? Adesso bisogna solo proteggere il secondo posto. Quando non vinciamo dobbiamo stare zitti e lavorare. La gara con la Juve? Per ora non ne parliamo, la gara che conta per noi è quella di Europa League. Lì bisogna vincere? Anche un pari dal 2-2 in su può essere interessante, ma andremo lì per vincere, anche perché dobbiamo segnare".