Fonseca: "Contro le big manca sempre qualcosa, difficile andare in Champions senza vincere contro le grandi. Non voglio parlare dell'arbitraggio, ho solo chiesto all'arbitro perché non sia andato al VAR"

01.03.2021 08:03 di Danilo Budite Twitter:    Vedi letture
Fonseca: "Contro le big manca sempre qualcosa, difficile andare in Champions senza vincere contro le grandi. Non voglio parlare dell'arbitraggio, ho solo chiesto all'arbitro perché non sia andato al VAR"
Vocegiallorossa.it
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport

Al termine del match col Milan, ha parlato Paulo Fonseca.

Fonseca a Sky

Sugli scontri diretti non vinti, cosa è mancato?
“È vero siamo entrati in campo male, principalmente le occasioni create dal Milan erano palle perse da noi. Siamo stati passivi, contro una squadra come il Milan diventa difficile. Poi siamo cresciuti, abbiamo creato occasioni ma siamo mancati nei primi 20 minuti”.

Come giudica l’arbitraggio?
“Non ne voglio parlare. È facile trovare scuse dopo la partita, non voglio trovare scuse”.

Sul gol di Rebic.
“Si poteva giocare la palla in avanti, Rebic ha dei meriti per come si è girato, i nostri demeriti sono sul primo momento. Contro le grandi squadre diventa difficile recuperare, anche se in quel momento della partita stavamo meglio noi”.

Cosa non è andato?
“Quando siamo entrati in campo abbiamo perso tante palle in uscita che hanno permesso al Milan di ripartire con velocità, hanno recuperato palla vicino alla nostra area, siamo stati molto passivi. Nel secondo tempo abbiamo rischiato, era normale lasciare più spazi. Nel primo tempo non abbiamo fatto bene le cose, abbiamo perso tanti palloni in fase di creazione”.

La velocità del Milan vi ha creato problemi?
“Sappiamo che il Milan quando recupera palla può far male, ha giocatori che portano la palla bene e non possiamo sbagliare questi momenti della partita”.

Sugli errori individuali.
“Io non ho parlato di errori individuali, quando sbagliamo lo facciamo tutti. Nella prima fase di costruzione non abbiamo fatto bene, abbiamo sbagliato delle scelte”.

Ci sono dei limiti quando affrontate le big?
“È difficile da capire, manca sempre qualcosa. Non possiamo scappare da questo, credo che sia una questione di dettagli”.


Fonseca a Roma TV

Il match?
"Non abbiamo cominciato bene, abbiamo perso troippi palloni in fase di costruzione e il Milan è stato forte nelle situazioni individuali. Anche in difesa siamo stati troppo passivi, ma ci siamo creati difficoltà da soli nei primi 20 minuti. Dopo ci siamo ripresi, abbiamo creato, ma abbiamo cominciato male il match".

Il rigore su Mkhitaryan?
"Non voglio cercare scuse, quindi non voglio parlare dell'arbitro. L'unica cosa che non capisco è perché contro le grandi squadre c'è sempre lo stesso arbitro".

Come ne esce la Roma?
"Dobbiamo lavorare per migliorare, non possiamo abbassare la guardia. Ci sono tanti punti a disposizione, dobbiamo reagire".

Poco gioco in verticale?
"Dobbiamo trovare maggiormente la verticalità, siamo stati lenti ad attaccare la profondità e abbiamo perso troppe palle in fase di costruzione. Noi abbiamo creato i nostri problemi difensivi, loro sono stati bravi ma principalmente noi abbiamo creato le situazioni di pericolosità del Milan".

Questa sconfitta può danneggiare il morale dei ragazzi?
"È una sconfitta dura, ma dobbiamo reagire. Siamo vicini all'obiettivo, non possiamo abbassare la guardia. Dobbiamo continuare a lottare".

Perché Guida non è andato al VAR sull'occasione di Mkhitaryan? Le ha parlato?
"Non lo so, ho chiesto perché non sia andato a rivederlo, solo questo. Se si vede da una parte, perché non si può dall'altra? Comunque ripeto: non voglio trovare scuse".

Fonseca in conferenza stampa (a cura dell’inviato all’Olimpico Marco Rossi Mercanti)

La partita?
“Non abbiamo giocato bene nei primi minuti del primo tempo, abbiamo perso tanti palloni che hanno permesso al Milan di uscire veloce. Sinceramente, non abbiamo fatto benissimo perché abbiamo perso tempo in fase di costruzione, non abbiamo avuto le linee di passaggio, il Milan ha capito che poteva recuperare palloni. Abbiamo disputato un buon secondo tempo, creato occasioni per segnare, ma abbiamo sbagliato i primi 20 minuti”.

Problema scontri diretti per poca personalità?
“Non abbiamo mai vinto contro le grandi squadre, dobbiamo credere che è possibile fare bene con loro. Manca sempre qualche dettaglio a livello difensivo, quando si sbaglia contro questo tipo di squadre è complicato”.

Perché è stato ammonito?
“Ho solamente detto che non ha mai visto situazioni dubbiose al VAR sulla Roma”.

Avete sofferto il pressing del Milan?
“Non abbiamo creato molte situazioni, qui la squadra deve migliorare. Quando siamo soli senza pressione, prendiamo le decisioni corrette ma quando siamo pressati dobbiamo verticalizzare di più. Dobbiamo arrivare prima sulle seconde palle”.

Come ripartire dopo questa sconfitta?
“Dobbiamo fare più punti possibili per arrivare in Champions League, sarà difficile se non vinciamo questo tipo di partite. La squadra deve reagire come fatto nel secondo tempo, deve crederci. Dobbiamo lavorare per migliorare contro questo tipo di squadre, se commettiamo errori ci puniscono. Manca questo”.