Baldini: "Luis Enrique? Voleva già andarsene dopo la Fiorentina. Mi rimetto al giudizio del Consiglio. Guardiola è fantascienza"

11.05.2012 09:33 di Claudio Lollobrigida   vedi letture
Fonte: Sky Tg24
Baldini: "Luis Enrique? Voleva già andarsene dopo la Fiorentina. Mi rimetto al giudizio del Consiglio. Guardiola è fantascienza"
Vocegiallorossa.it
© foto di Alberto Fornasari

Il dg romanista, Franco Baldini, è intervenuto a Sky Tg 24. Ecco le sue parole.

"Luis Enrique va via? Siamo stati i suoi interlocutori tutto l'anno. Ce l'aveva detto già da un po', dopo la partita con la Fiorentina aveva manifestato con certezza questa intenzione. La decisione è stata presa dopo una mini contestazione, garbata. Ha detto che era arrivato il giorno giusto per prendere questa decisione, in tanti si sono divisi sul suo operato che continuo a considerare molto buono e l'ho invitato ad andare fino in fondo al campionato".

Cosa è cambiato?
"Per chi come lui vive visceralmente il proprio mestiere si capisce che i risultati sono influenti. Lui ha detto diverse cose in conferenza, domani lo spiegherà meglio, ma credo che la sua sia stata soprattutto una consunzione fisica, il dispendio di energie lo ha davvero fiaccato. Non credo che quest'anno allenerà ancora."

Manterrà la sua promessa di dimissioni?
"C'era un tifoso che chiedeva di mandare via Luis Enrique e io gli ho risposto che sarei andato via io. Dimettermi vorrebbe dirmi premiarmi e sottrarmi alle mie responsabilità. Il progetto non è fallito, la nostra è un'idea di calcio che si può adattare in Italia. Dalle statistiche della Lega sulla qualità e la proposta del gioco faccio notare che la Roma è prima nel possesso di palla, anche se forse mi conviene tacere su quelle che riguardano la difesa. Siamo ai primi posti in tutte quelle classifiche che parlano di calcio qualitativo, alternativamente dietro soltanto a Milan e Juventus: questa idea è stata espressa ma servivano dei correttivi come testimoniano i risultati. L'andamento altalenante in campionato ha fatto percepire il fallimento."

Quando il nuovo allenatore? Si riparte da Montella?
"Non lo so dire. Da quando abbiamo saputo dell'addio di Luis abbiamo pensato a molti nomi senza contattare nessuno."

Grandi colpi nel mercato? La società americana vuole investire?
"Lo vogliono fare, non si possono tirare indietro dopo aver sanato tutti i debiti. Lunedì ci sarà il Cda, mi sono legato a questo progetto e rimetterò il mandato al giudizio del Consiglio. Se non sono contenti me ne vado. Non darò le dimissioni."

Guardiola è un sogno?
"Gli ho detto che se si era stancato di vincere poteva venire da noi. Vederlo qui è fantascienza".