I numeri di... Roma-Shakhtar Donetsk - Prima rimonta giallorossa agli ottavi di Champions League. Porta inviolata all'Olimpico quest'anno in Europa

14.03.2018 22:32 di Danilo Magnani Twitter:   articolo letto 9143 volte
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Danilo Magnani
I numeri di... Roma-Shakhtar Donetsk - Prima rimonta giallorossa agli ottavi di Champions League. Porta inviolata all'Olimpico quest'anno in Europa

Vittoria fondamentale contro lo Shakhtar Donetsk per la Roma, che dopo 10 anni torna a qualificarsi ai quarti di finale di Champions League. L'ultima volta era capitato nel 2008, quando i giallorossi batterono nel doppio confronto degli ottavi di finale il Real Madrid, pescando poi il Manchester United. È la quarta volta nella propria storia che la Roma raggiunge i quarti di finale della massima competizione europea (dopo le due volte fra il 2007 e 2008 e quella del 1984, ai tempi Coppa dei Campioni). Considerando poi le 7 partecipazioni agli ottavi di finale del trofeo collezionate dai capitolini, è la prima volta che la gara di ritorno ribalta favorevolmente il risultato dell'andata.

Si allunga per il momento la striscia positiva della Roma, sempre vincente in questa prima metà di marzo con 3 vittorie consecutive. Guardando poi il percorso europeo in questa stagione, la Roma non ha mai subito gol all'Olimpico in 4 sfide, pareggiando 0-0 all'esordio con l'Atletico Madrid e vincendo le altre 3 gare (Chelsea, Qarabag e appunto Shakhtar).

Con la sua rete decisiva, Edin Dzeko ha raggiunto le 17 marcature stagionali in giallorosso, quattro in questa edizione della Champions League. Sono 13 in tutto i gol segnati nella competizione europea dal bosniaco. Curioso inoltre vedere che l'attaccante ha realizzato il gol vittoria al 52', stesso minutaggio dell'ultima rete segnata all'Olimpico dalla Roma in Champions (1-0 con il Qarabag con Perotti).

Guardando la rosa della Roma, solo cinque calciatori avevano già conquistato i quarti di finale della competizione con il proprio club: oltre ovviamente a Daniele De Rossi (sempre nelle stagione 2007 e 2008 ai tempi del primo Spalletti), ci sono riusciti Maxime Gonalons nel 2009/2010, quando con il suo Lione raggiunse addirittura le semifinali poi perse contro il Bayern Monaco, Aleksandar Kolarov, anche lui giunto in semifinale con il Manchester City nel 2015/2016, pur giocando dopo gli ottavi solo il recupero dell'andata dei quarti di finale contro il PSG, Stephan El Shaarawy, in campo per 38 minuti con la maglia del Milan nell'andata dell'eliminatoria - poi persa - contro il Barcellona nel 2011/2012, e Bogdan Lobont (non in lista per la competizione di quest'anno), che nel 2002/2003 fu eliminato dal Milan con il gol nel finale di Jon Dahl Tomasson.

Guardando i numeri del campo, stupisce che nonostante il maggiore possesso palla (60%), gli ucraini non abbiano effettuato neanche un tiro in porta. Merito sicuramente dell'atteggiamento difensivo dei giallorossi, in particolare di Kostas Manolas, in grado di recuperare 12 volte il pallone e effettuare 8 respinte. Una mano determinante in fase di copertura l'ha fornita anche Daniele De Rossi, vincitore di 10 duelli in campo sui 13 complessivi ingaggiati. Sotto tono rispetto alle ultime prestazioni Cengiz Ünder, sconfitto in 7 dei 9 duelli con un avversario, senza creare neanche un'occasione da rete.

ROMA-SHAKHTAR DONETSK 1-0 - MARTEDÌ 14 MARZO 2017 ORE 20:45 - STADIO OLIMPICO DI ROMA

Durata incontro: 90'+5
Marcatori: 52’ Dzeko
Ammoniti: 39' Florenzi, 54' Manolas (R) - 71' Stepanenko, 76' Fred, 80' Ferreyra (S)
Espulsi: 79' Ordets (S)
Possesso palla %: 40 (R) - 60 (S)
Tiri in porta: 3/10 (R) - 0/4 (S)
Parate: 0 (R) - 2 (S)
Falli: 14 (R) - 11 (S)
Contrasti: 25 (R) - 20 (S)
Palle recuperate: 41 (R) - 38 (S)
Angoli: 2 (R) - 6 (S)
Fuorigioco: 5 (R) - 2 (S)
Totale passaggi: 337 (R) - 576 (S)
Totale cross: 14 (R) - 12 (S)