I numeri di... Gent-Roma 1-1 - L'unico tiro in porta qualifica i giallorossi. Un passaggio sbagliato su quattro per gli uomini di Fonseca

28.02.2020 17:22 di Simone Valdarchi Twitter:    Vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Simone Valdarchi
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
I numeri di... Gent-Roma 1-1 - L'unico tiro in porta qualifica i giallorossi. Un passaggio sbagliato su quattro per gli uomini di Fonseca

Lottando e soffrendo, forse anche più del previsto, la Roma supera i sedicesimi di finale di Europa League, eliminando il Gent. Passaggio del turno frutto della vittoria per 1 a 0 nella gara di andata e del pareggio in terra belga. I giallorossi approdano così agli ottavi della competizione europea, in attesa di scoprire, alle ore 13, i prossimi avversari (le gare si svolgeranno tra il 12 ed il 19 marzo). Niente riposo per gli uomini di Fonseca che sono chiamati subito ad un altro impegno importante: la trasferta, in programma domenica alle ore 18, in casa del Cagliari.

LE STATISTICHE - Come detto, la Roma soffre più del previsto alla Ghelamco Arena e non riesce ad imporsi su una squadra decisamente inferiore dal punto di vista tecnico. I giocatori di Thorup, però, riescono ad imporsi sotto il piano della fisicità e, sfruttando il momento di una Roma a fasi alterne, tengono il pallino della gara per i 90 minuti. Il dato del possesso palla, infatti, vede la squadra belga in vantaggio con il 56%, contro il 44% della compagine romana. Un giro-palla rapido, con continui cambi di campo e che ha portato il Gent a concludere per ben 22 volte verso la porta di Pau Lopez (soltanto 6 nello specchio), ben 12 in più rispetto alla Roma. Alla squadra capitolina è bastato il solo tiro in porta di Kluivert, al minuto 29, per pareggiare i conti e riportare in Italia la qualificazione. Più che le doti del Gent, ci sono da evidenziare alcune criticità in casa romanista: Dzeko e compagni sono riuscite a costruire ben poco, soprattutto per via di passaggi sbagliati e incapacità di impostare l'azione dal basso. I passaggi riusciti da parte della Roma sono 306, mentre quelli del Gent 423. La percentuale di accuratezza dei passaggi sottolinea la quantità di errori individuali che hanno impedito ai capitolini di creare gioco: 75%. Tradotto vuol dire un passaggio sbagliato ogni quattro tentati.

I SINGOLI - Partendo dal basso, analizziamo le prestazioni altalenanti, come i primi due mesi 2020 giallorossi, di due calciatori: Pau Lopez e Mancini.
Il portiere spagnolo dà garanzie in mezzo ai pali e para qualsiasi tentativo messo in atto dagli attaccanti avversari. Effettua 5 parate, salvando porta e qualificazione. In oltre, non ha colpe in occasione del gol subito. Per tutto ciò che non riguarda le parate però, incappa in una serata disastrosa. Sbaglia molto con i piedi in fase di impostazione, mettendo spesso in difficoltà i compagni riceventi, e tenta due uscite alte andando a vuoto, lasciando sguarnito lo specchio.
Chi invece ha responsabilità sulla rete del momentaneo vantaggio belga firmato David è Gianluca Mancini. Il classe '96 si perde alle spalle il giovane attaccante canadese che trafigge Pau Lopez, portando per 4 minuti il Gent ai supplementari. In generale, nel primo tempo l'ex Atalanta soffre in copertura su David, complice anche l'assenza non giustificata da quel lato di Leonardo Spinazzola. Nella ripresa però la musica cambia e, anche se in pochi avranno dato la sufficienza in pagella a Mancini, le sue statistiche lo vedono come il miglior difensore della Roma nella partita. Con 3 contrasti vinti, 2 passaggi intercettati e 9 spazzate è il giocatore del reparto difensivo e di tutta la squadra con il più alto numero di azioni avversarie interrotte. Dei dati positivi dunque, macchiati indelebilmente da un errore grossolano.
Chiudiamo con quello che forse è l'uomo del momento: Henrikh Mkhitaryan. L'armeno, in una partita difficile e giocata male dalla Roma, riesce comunque ad accendersi e confezionare l'ennesimo assist, questa volta per Kluivert. Con l'assenza di Lorenzo Pellegrini, che salterà anche la sfida in Sardegna per un edema muscolare, la sua qualità sulla trequarti è di fondamentale aiuto alla squadra di Fonseca. Oltre al passaggio decisivo per l'olandese, colleziona 2 passaggi chiave, 2 cross, un tiro ed è il romanista con la più alta percentuale di passaggi riusciti: 86,5%.

GENT-ROMA 1-1 - GIOVEDÌ 27 FEBBRAIO 2020 (18:55) - GHELAMCO ARENA

Durata incontro: 90'+5'
Marcatori: 25' David (G), 29' Kluivert (R).
Ammoniti: 27' Bezus (G), 41' Veretout (R), 49' Depoitre (G), 61' Spinazzola (R), 82' Kums (G), 90'+2' Mohammadi (G), 90'+5' Odjija-Ofoe (G).
Possesso palla: 56% (G) - 44% (R)
Tiri totali: 22 (G) - 10 (R)
Tiri in porta: 6 (G) - 1 (R)
Occasioni da gol: 5 (G) - 3 (R)
Parate: 0 (G) - 5 (R)
Falli commessi: 11 (G) - 13 (R)
Contrasti: 19 (G) - 15 (R)
Palle recuperate: 49 (G) - 39 (R)
Palle perse: 11 (G) - 14 (R)
Angoli: 4 (G) - 6 (R)
Fuorigioco: 3 (G) - 1 (R)
Passaggi riusciti: 423 (G) - 306 (R)
Accuratezza passaggi: 83% (G) - 75% (R)