NON RAGIONIAM DI LOR, MA GUARDA E PASSA

08.05.2010 01:17 di Alessandro Carducci   vedi letture
Fonte: Vocegiallorossa.it
NON RAGIONIAM DI LOR, MA GUARDA E PASSA
Vocegiallorossa.it
© foto di Alberto Fornasari

“MAI sono stato razzista MAI sarò razzista. MAI ho pronunciato frasi o insulti di stampo razzista. Lo dico ora e con FERMEZZA: MAI”. Parole dure, decise, firmate Francesco Totti. Ieri l’agente di Mario Balotelli, Mino Raiola, non era stato molto tenero nei confronti del capitano giallorosso: dopo avergli dato del razzista, ha infatti accusato Totti addirittura di aver commesso “delle scorrettezze a tutte le squadre d'Italia”, motivo per il quale dovrebbe poter “giocare solo all'Olimpico”. In tanti si sentono in diritto di sparare a zero contro il numero dieci giallorosso, ad eccezione del delitto di Cogne gli è stato rinfacciato quasi tutto. Contro l’Inter ha sbagliato, inutile negarlo. Ha pagato giustamente con l’espulsione e sta pagando anche a livello mediatico, come di consueto. Totti è un personaggio e nel bene o nel male se ne parla sempre e comunque, enfatizzando a dismisura ogni suo gesto, ogni sua azione, parola o smorfia. Si è parlato per una settimana intera degli ormai famigerati pollici post derby, della scorrettezza del gesto e di quanto si fomentasse in questo modo la violenza ma quasi nulla è stato scritto su ciò che ha fatto Chivu nei confronti dei tifosi romanisti in Tribuna Tevere. È più scorretto rivolgersi ai propri tifosi, pur con l’intenzione di schernire l’avversario, oppure provocare direttamente i tifosi avversari? È inutile rispondere, qualsiasi persona dotata di un’intelligenza superiore a quella di un primate non avrebbe dubbi a riguardo. E allora non riempiamoci la bocca di falsi moralismi. Non è tanto il gesto in sé a sollevare il polverone, cui stiamo assistendo da diversi giorni, quanto l’autore dello stesso. Non ragioniam di lor, ma guarda e passa avrebbe consigliato Virgilio e così ha deciso di fare Totti, almeno per il momento: “Ho deciso di esprimere completamente le mie valutazioni – conclude il capitano giallorosso tramite il suo sito ufficiale -, i miei pensieri ed il mio stato d'animo solamente alla fine della stagione”.