La rosa è competitiva, torneremo a lottare per grandi traguardi

Nato a Roma il 9 aprile del 1962. Risiede a Roma, è laureato in medicina. Da luglio 2008 Presidente del Roma Club Palazzo Madama.
09.10.2010 00:00 di Stefano De Lillo   vedi letture
La rosa è competitiva, torneremo a lottare per grandi traguardi
Vocegiallorossa.it
© foto di Stefano De Lillo

Non è certamente un momento facile per la nostra Roma. I risultati non arrivano e il vortice delle polemiche ha coinvolto ultimamente sia il tecnico Ranieri sia Francesco Totti. I tifosi non si devono però scoraggiare. L'inizio di stagione non è stato confortante, è vero, ma la rosa è competitiva, la squadra si è rafforzata nell'ultima campagna acquisti, ragion per cui a breve torneremo ad occupare le posizioni di classifica che ci competono, torneremo a lottare per grandi traguardi. In Italia non appena le cose non vanno bene si vuole subito cambiare allenatore, non sempre riuscendo a migliorare la situazione. Ranieri ha commesso degli errori ma è giusto confermargli la fiducia dato che nessuno meglio di lui conosce i giocatori e nessuno meglio di lui conosce il modo migliore per tirarci dai bassifondi della classifica. Come già detto, la rosa è competitiva, le partite sono tante e nessuno deve sentirsi escluso, come tra l'altro ribadito più volte proprio dal tecnico romano. Nessuno può inoltre indicare in Totti il male della Roma né ritenere
il capitano giallorosso tra le cause di questo periodo negativo. Non ha reso al meglio e lui stesso ne sarà consapevole.
Ranieri ha tutto il diritto di decidere se schierarlo o meno, se sostituirlo o tenerlo in campo, ma da qui a ritenere Francesco Totti un problema per la Roma ce ne corre.