La grande bellezza

19.10.2013 00:38 di Alessandro Carducci Twitter:    vedi letture
La grande bellezza
Vocegiallorossa.it
© foto di www.imagephotoagency.it

Tre punti contro il Livorno, tre contro il Verona, tre contro il Parma, tre contro la Lazio, tre contro la Sampdoria, tre contro il Bologna, tre contro l’Inter e tre contro il Napoli. Otto gare saranno pure poche ma certamente fa impressione leggere la serie di vittorie consecutive: all’inizio si diceva che arrivassero solo grazie al calendario agevole mentre ora, dopo i successi contro Inter e Napoli, diventa un compito assai più arduo nascondersi. Roma è pronta ad infiammarsi per una squadra che non solo sta facendo grandi cose ma che dà sempre il 100% in campo. I tifosi hanno voglia di sognare e di crederci ma a Trigoria si cerca di buttare acqua sul fuoco: “Scudetto? Noi vogliamo tornare in Europa” le parole di Benatia. Fa melina anche Garcia: “Mancano ancora 30 partite e tanti punti da sfruttare per tutte le squadre”. La verità è che con un ruolino di marcia del genere c’è ben poco da nascondere: è giusto rimanere con i piedi ben piantati per terra ma il campionato non è più un’utopia come sembrava fino a un mese fa.

LA METAMORFOSI DELLA ROMA - La squadra gioca come un unico blocco, un’unica anima guidata sapientemente da Rudi Garcia. La fortuna ha anche aiutato i giallorossi, è fuori di dubbio, ma la compattezza mostrata dai giallorossi contro Inter e Napoli non può passare inosservata. Quando tutto gira per il verso giusto, quando la squadra funziona allora i singoli hanno più probabilità di esaltarsi. De Rossi, per esempio, è completamente un altro giocatore rispetto allo scorso anno ma anche lo stesso Dodò se l’è cavata bene contro un cliente scomodo come Callejon. Questa Roma va che è una meraviglia, è impossibile nascondersi, la realtà è sotto gli occhi di tutti. Bisognerà vedere quanto i giallorossi terranno questi ritmi ma, finché dura, è uno spettacolo tutto da ammirare. Il Napoli, nella ripresa, avrebbe anche potuto pareggiare ma una grande squadra deve saper vincere anche soffrendo e la Roma l’ha fatto ed è pronta per diventare grande. La grande bellezza. Regista: Rudi Garcia.