I tifosi credono al quarto posto, peccato non possano seguire la squadra...

01.05.2011 00:51 di  Alessandro Carducci   vedi letture
I tifosi credono al quarto posto, peccato non possano seguire la squadra...
Vocegiallorossa.it
© foto di Giacomo Morini

Quasi sette tifosi su dieci credono che la Roma alla fine raggiungerà il quarto posto. Questo il risultato del sondaggio promosso  dalla redazione di Vocegiallorossa.it, che vede quasi a sorpresa la maggioranza dei tifosi decisamente ottimista sul finale di questa disgraziata stagione. Una buona parte magari sarebbe anche andata volentieri a Bari, se l'Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive non avesse etichettato Bari-Roma come gara a rischio, se il Comitato di Analisi per la Sicurezza delle Manifestazioni Sportive non avesse quindi disposto il divieto di vendita dei tagliandi ai residenti nella regione Lazio e se il Prefetto di Bari non avesse ratificato tale decisione (tesserati esclusi, ovviamente). Il tutto senza uno straccio di spiegazione. MyRoma ha provato a saperne di più ma il tentativo è stato vano. A Bari i tifosi della Roma sono andati in massa in passato senza che ci fosse alcun problema.

La squadra pugliese è matematicamente retrocessa, tra l'altro, quindi perché vietare la vendita ai residenti della regione Lazio? Non è dato saperlo. Non ne abbiamo il diritto, evidentemente.
I romanisti non potranno andare neppure a Milano, per la semifinale di ritorno di Coppa Italia, mentre agli interisti è stato consentito di venire a Roma regolarmente, senza che accadesse nulla. Ovviamente non è stato motivato nemmeno questo provvedimento ma la società, tramite le parole di Gian Paolo Montali, questa volta si è fatta sentire: "Trovo inaccettabile il fatto di aver negato la possibilita' ai tifosi della Roma, residenti nel Lazio, di assistere a Milano alla partita di ritorno di Coppa Italia, Inter-Roma - ha dichiarato Montali - E trovo inoltre discriminatoria questa scelta anche perche' ai tifosi dell'Inter, residenti in Lombardia, era stato permesso di assistere alla gara d'andata allo Stadio Olimpico".
Sarebbe un passo avanti, sempre se non rechiamo troppo disturbo, almeno conoscere il motivo di tali divieti. Almeno.