Finalmente De Rossi, Florenzi tuttofare. Buona la prima della Roma, buona la prima anche di Maicon

25.08.2013 23:43 di Alessandro Carducci Twitter:    vedi letture
Finalmente De Rossi, Florenzi tuttofare. Buona la prima della Roma, buona la prima anche di Maicon
© foto di Vocegiallorossa.it

Due gol fatti, zero subiti ma soprattutto tre punti riportati a Roma. Non poteva iniziare meglio il campionato dei giallorossi, soprattutto perché questa vittoria porterà almeno un po’ di serenità in un momento molto delicato del mercato romanista. Almeno per qualche giorno si parlerà dell’ottima gara di De Rossi, del suo abbraccio con tutta la rosa, di Florenzi capace di coprire tutti i ruoli in campo (manca solo il portiere), di un Totti che ha regalato al pubblico lampi di classe pura fino ad un Maicon che, seppur non ancora al 100%, ha fatto vedere che quando accende il turbo diventa devastante.

Nel primo tempo la Roma si è limitata a controllare la gara, esercitando un possesso di palla a tratti sterile. Nella ripresa i giallorossi hanno alzato il ritmo, con Florenzi che è andato vicino al gol in più di un’occasione, prima sciupando un uno contro uno contro il portiere, poi prendendo il palo e poi insaccando alle spalle di Bardi. Poco prima era stato De Rossi a sbloccare la gara con un bolide dalla distanza, che ha fatto esplodere lo spicchio dei tifosi giallorossi ma soprattutto lui, il numero 16 capitolino che corre in panchina ad abbracciarsi tutti, venendo sommerso dall’affetto dei suoi compagni. Una bella scena, in un periodo delicato e non particolarmente allegro per il tifoso romanista. Buona anche la gestione della palla, con la Roma che ha gestito bene il vantaggio rischiando praticamente nulla contro un Livorno volenteroso ma poco concreto. Buona anche la prestazione di Bradley mentre Pjanic è stato un pochino discontinuo. In avanti Gervinho ha fatto il suo esordio in una gara ufficiale, sostituendo un Borriello troppo macchinoso.

I capitolini non vincevano la prima di campionato dal 2007 e, pur considerando la poca consistenza dell’avversario, si continua a lavorare sulla strada tracciata in queste prime settimane con la Roma che, già nelle prime amichevoli, ha fatto vedere di avere un’idea precisa di gioco in testa.