De Rossi capitano azzurro e orgoglio romanista

09.08.2010 08:43 di Giulia Spiniello   vedi letture
De Rossi capitano azzurro e orgoglio romanista
Vocegiallorossa.it
© foto di Alberto Fornasari

All'indomani della debacle azzurra in terra sudafricana, dalle pagine di Vocegiallorossa, anticipammo tutti prevedendo e augurandoci che Daniele De Rossi sarebbe stato il nuovo capitano della nazionale con l'esordiente gestione Prandelli. Era il 26 giugno, l'ex tecnico della Fiorentina doveva ancora essere presentato alla stampa nelle vesti di Ct. L'unica cosa certa era che Buffon sarebbe tornato a disposizione solo dopo l’operazione all’ernia del disco. L'identikit del nuovo capitano azzurro somigliava molto a quello di Danielino De Rossi: classe, carattere, personalità e carisma fatti persona. Il centrocampista di Ostia, già promesso capitano della Roma - da tempo etichettato con l'appellattivo di Capitan Futuro, e spesso Capitano ufficiale viste le numerose assenze di Francesco Totti - era destinato a ereditare la fascia che fu di Cannavaro.

Così è stato e oggi De Rossi è l'orgoglio dei romanisti che - dobbiamo dirlo - non sempre hanno avuto grandi soddisfazioni dai propri beniamini prestati alla nazionale. Siamo certi che per Danielino non sarà così: sarà lui a trascinare i giovani  (Balotelli, Viviano, Antonini, Astori, Lucchini, Molinaro e Lazzari), e meno giovani esordienti nel gruppo scelto da Prandelli per rifondare ltalia. Un gruppo nel quale il giocatore giallorosso troverà Antonio Cassano. I due non hanno mai avuto problemi seri ai tempi in cui giocavano insieme, e se qualche volta hanno avuto da dire, hanno poi chiarito in fretta: il nuovo capitano della nazionale italiana siamo certi saprà farsi sentire negli spogliatoi quando tirerà aria di "cassanate".