Chiusa la valigia è tempo di ricucire e ripartire

04.02.2021 20:11 di Luca d'Alessandro Twitter:    Vedi letture
Fonte: L'editoriale di Luca d'Alessandro
Chiusa la valigia è tempo di ricucire e ripartire

Chiuso il calciomercato, chiusa la valigia, Edin Dzeko è tornato ad allenarsi in gruppo. Al di là della presentazione del duo Reynolds ed El Shaarawy, in attesa della conferenza di domani del GM Pinto, il reintegro in gruppo del numero 9 è la notizia più importante. Difficile trovargli una sistemazione in così pochi giorni, un po' come la sua storia di calciomercato in questa sua avventura in giallorosso che abbiamo, a più riprese, scritto su queste pagine, fatta di tante cessioni potenziali senza muoversi da Trigoria. Adesso che succederà? Anche se chi ha giocato e vinto contro l'Hellas ha fatto lavoro di scarico, il fatto di essersi allenato con i giocatori del gruppo squadra e non più individualmente è un primo segnale di campo. La gara contro la Juve è già dietro l'angolo e l'obiettivo principale sia del tecnico Fonseca, che del calciatore Edin Dzeko sarà quello di fare, da qui fino a fine stagione, il meglio per la Roma. Necessità fa virtù e l'esplosione di Borja Mayoral non può far passare in secondo piano le virtù di chi ha segnato 114 reti con questa maglia. Magari senza fascia, ma di sicuro non sono i galloni da capitano a far cambiare modo di giocare al cigno di Sarajevo. Tra l'altro, come scritto sopra, dopo la gara di Verona dell'andata, ci fu esattamente la stessa condizione: Dzeko venduto, ai margini del progetto, poi reintegrato perché la cessione alla Juve saltò. Adesso, dopo 2 partite in punizione il tecnico e lui dovranno per forza ricucire uno strappo che, arrivati a questo punto, non serve a nessuno. Se non vogliamo far passare il messaggio delle situazioni di campo, dove anche tutti noi, durante il calcetto del mercoledì/giovedì, spesso e volentieri ci lasciamo trasportare dalla rabbia del momento, il discorso è quello di due professionisti, due ruoli importanti all'interno di una società, il cui lavoro è quello di fare il possibile per far centrare gli obiettivi annuali del club, col rischio di saltare entrambi a fine stagione in caso di ennesimo fallimento Champions. Il discorso tecnico legato alla prossima partita poi si fa interessante: out Pellegrini per squalifica, Pedro non in perfette condizioni, Perez un azzardo schierarlo titolare a Torino ed El Shaarawy in rodaggio, c'è il rischio che gioco-forza, il caso si risolva per cause di forza maggiore. Banale sarebbe etichettare, in questo caso, Dzeko come miglior acquisto della Roma durante il calciomercato, di sicuro rimasto lui, inseriti in rosa El Shaarawy e Reynolds, la Roma si è rinforzata.