Diamo i numeri - Roma-Milan: la migliore squadra in casa affronta la migliore squadra in trasferta

28.02.2021 19:02 di Gabriele Chiocchio Twitter:    Vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Gabriele Chiocchio
Diamo i numeri - Roma-Milan: la migliore squadra in casa affronta la migliore squadra in trasferta
Vocegiallorossa.it
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Nel posticipo serale della ventiquattresima giornata di Serie A, la Roma ospita il Milan allo Stadio Olimpico. I giallorossi sono quarti a quota 44 punti (45 ottenuti sul campo), frutto di 47 gol segnati (terzo attacco del campionato) e 32 subiti (formalmente 35, ottava difesa), i rossoneri sono secondi a 49, con 45 reti realizzate (quinto attacco del campionato) e 28 incassate (quinta difesa)

La Roma è la squadra che ha raccolto più punti in casa in Serie A: 30 in 12 partite, per una media di 2,50 inferiore solamente a quella dell’Inter (2,55, con 28 punti in 11 gare). Il Milan è la migliore squadra per rendimento esterno, sia in termini assoluti, con 28 punti in 11 partite, che per media, 2,55 a gara.

Sono 171 i precedenti complessivi tra le due squadre, con un bilancio di 45 vittorie della Roma, 51 pareggi e 75 successi del Milan.  I rossoneri sono in vantaggio anche nel bilancio in casa dei giallorossi, che tra le mura amiche hanno vinto 26 volte a fronte di 31 pareggi e 28 sconfitte

Sono tre i precedenti, con una vittoria, un pari e una sconfitta, per Paulo Fonseca contro il Milan e contro Stefano Pioli, che a sua volta ha incontrato la Roma 24 volte, ottenendo solo 4 successi a fronte di 8 pareggi e 12 sconfitte. 

Il capocannoniere della sfida è Zlatan Ibrahimovic, a segno 12 volte nelle 19 partite giocate contro la Roma, squadra da lui più affrontata in carriera. Dopo di lui Edin Džeko, a segno già cinque volte contro i rossoneri (quattro a San Siro), seguito da Nicolò Zaniolo, Stephan El Shaarawy e Franck Kessié a quota 2. Poi, con un solo gol contro il rispettivo avversario, ci sono Federico Fazio, Lorenzo Pellegrini, Bryan Cristante, Henrikh Mkhitaryan, Javier Pastore, Pedro, Marash Kumbulla, Jordan Veretout, Alexis Saelemakers, Ante Rebic, Hakan Çalhanoğlu, Theo Hernandez, Mario Mandzukic e Davide Calabria.