Torino-Roma 2-3 - Da Zero a Dieci - Solo due terrestri davanti a Dzeko, l'insicurezza di Pau Lopez e la nuova squalifica di Mancini

30.07.2020 18:45 di Gabriele Chiocchio Twitter:    Vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Gabriele Chiocchio
© foto di www.imagephotoagency.it
Torino-Roma 2-3 - Da Zero a Dieci - Solo due terrestri davanti a Dzeko, l'insicurezza di Pau Lopez e la nuova squalifica di Mancini

0 - Niente più obiettivi in un campionato che, complessivamente, non può definirsi positivo per la Roma, partita per conquistare un posto in Champions League e costretta alla resa diversi metri prima della fine della corsa. Salvato comunque il salvabile con il dribbling dei preliminari di Europa League della prossima stagione.

1 - Sostituendo Veretout dal dischetto, Amadou Diawara ha segnato il suo primo gol con la Roma, appena il suo secondo in Serie A (e nei campionati professionistici italiani), dopo quello segnato nella primavera del 2018 contro il Chievo con la maglia del Napoli. Un traguardo meritato per una stagione che, senza l’infortunio, sarebbe potuta essere ancora più positiva.

2 - 106 gol con la Roma per Edin Džeko, che aggancia Volk e che adesso ha davanti a sé nella classifica all-time della storia giallorossa solamente due terrestri: Amadei a 111 e Pruzzo a 138. Il terzo è un alieno, si chiama Francesco Totti e con i suoi 307 centri è irraggiungibile praticamente per chiunque.

3 - Altro gol importante per Smalling, il terzo in stagione. Si spera, non l’ultimo.

4 - Quarta ammonizione, dopo le dieci già avute, per Mancini, che viene squalificato per la terza volta in questo campionato. Record poco invidiabile.

5 - Il quinto assist di Mkhitaryan in questo campionato è un vero gioiello. 14 partecipazioni a gol della Roma in 22 presenze, media da top player quale l’armeno è.

6 - Egual numero di tiri in porta e fuori dallo specchio per la Roma: 6. Comunque una buona produzione offensiva, stavolta certificata da 3 gol.

7 - La Roma, dopo tre sconfitte di fila, riesce a mettere insieme una striscia da 7 partite non vincendole tutte solamente per uno sciocco errore nel finale del match con l’Inter. Buon lavoro di Fonseca.

8 - Dopo gli 8 angoli battuti contro la Fiorentina, arrivano altri corner e soprattutto arriva il gol da calcio piazzato.

9 - Si è parlato di una ritrovata compattezza a seguito del cambio di modulo: è una mezza verità, perché a fronte di prestazioni generalmente migliori rispetto alle precedenti, sono comunque arrivati 9 gol incassati in 8 partite, più di uno a gara con un solo clean sheet, con il Brescia retrocesso. 

10 - I dieci passaggi lunghi effettuati da Pau Lopez - di cui solo 3 completati - sono indice di una certa insicurezza mostrata, con l’errore sul gol del 2-3 a “coronare” una nuova partita negativa dopo quella di Ferrara. In gare a eliminazione diretta il portiere può essere decisivo, lo spagnolo dovrà tornare quello della prima parte di stagione.