COVID-19 - UE: "Provvedere a un booster aggiuntivo". Firmato nuovo DPCM. Caos scuole in Francia. D'Amato: "Pressione sugli ospedali, ma in 2-3 settimane ci sarà un quadro migliore". ISS: "Aumentano i ricoveri, occupazione al 31,6%"

21.01.2022 23:10 di Marco Campanella   vedi letture
COVID-19 - UE: "Provvedere a un booster aggiuntivo". Firmato nuovo DPCM. Caos scuole in Francia. D'Amato: "Pressione sugli ospedali, ma in 2-3 settimane ci sarà un quadro migliore". ISS: "Aumentano i ricoveri, occupazione al 31,6%"

La Protezione Civile ha reso noti i dati relativi al 21 gennaio. Sono stati effettuati 1.117.553 tamponi e individuati 179.106 nuovi positivi al COVID-19. Nell'ultimo giorno sono morte 373 persone. Come di consueto, Vocegiallorossa.it vi fornirà le notizie LIVE riguardo la situazione del Coronavirus.

23:10 - Dall'1 febbraio il Green Pass servirà anche per accedere ai servizi bancari e finanziari, ai negozi e ai centri commerciali, agli uffici e ai servizi pubblici.

22:30 - Il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca: "Per fine gennaio probabile discesa contagio".

21:50Sergio Mattarella, ha firmato il seguente decreto-legge: "Disposizioni urgenti per consentire l'esercizio del diritto di voto in occasione della prossima elezione del Presidente della Repubblica".

21:10 -  Secondo le autorità sanitarie francesi, il paese continua ad essere colpita dalle varianti Omicron e Delta: i nuovi casi di contagio emersi oggi in Francia sono 400.851, i decessi delle ultime 24 ore sono stati 235.

20:50 - La Spagna notifica 141.095 nuovi casi di Covid, 53.606 dei quali diagnosticati ieri, mentre i ricoverati sono 261 in meno: è quanto riportato nell'ultimo bollettino del Ministero della Sanità. Le morti aggiunte al calcolo ufficiale sono 142 (in totale, 91.741 decessi da inizio pandemia). 

19:55 - L'Irlanda si accoda al vicino Regno Unito ed elimina a partire da domani quasi tutte le restrizioni anti-Covid introdotte per far fronte alla variante Omicron, il cui picco è stato superato. La decisione è stata annunciata dal Taoiseach (primo ministro) Micheal Martin in un discorso televisivo alla nazione. 

19:15 -Una donna 28enne, postiva al Covid e non vaccinata, è morta al Policlinico Umberto I di Roma dopo che, durante la degenza, è stato possibile farla partorire quando si è capito che le sue condizioni erano ormai disperate. Il bimbo, nato prematuro, ora è estubato e stabile. Durante le fasi della degenza si è tentato di tutto per salvare la vita della giovane, compresa la terapia intensiva in Ecmo.

18:35 - "Andiamo in arancione con una situazione ospedaliera su cui pesano i ricoveri dei no vax, ma con un quadro epidemiologico che in realtà migliora". Così il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, e l'assessore regionale alla Sanità, Luigi Genesio Icardi. "Questo è il segno che la strada è quella giusta - aggiungono - e proprio per questo è importante continuare a correre con i vaccini e mantenere sempre alto il livello di attenzione"

17:39 - IL BOLLETTINO ODIERNO.

17:19 - Sono 256.900 le persone attualmente positive a Covid-19 nel Lazio, di cui 1.946 ricoverati, 207 in terapia intensiva e 254.747 in isolamento domiciliare. Dall'inizio dell'epidemia i guariti sono 492.113 e i morti 9.620 su un totale di 758.633 casi esaminati, secondo il bollettino aggiornato della Regione Lazio.

16:44 - Non solo la Sardegna diventerà gialla, il Ministro della Salute Roberto Speranza, infatti, ha firmato una nuova ordinanza che prevede il passaggio anche della Puglia in zona gialla. Inoltre, alla luce dei dati del monitoraggio settimanale, Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, Piemonte e Sicilia diventeranno zona arancione a partire dalla prossima settimana.

16:18 - La Sardegna da lunedì 24 gennaio entrerà in zona gialla. L'ufficializzazione è stata appena comunicata dal Ministero della Salute alla Regione Sardegna. Decisiva l'impennata dei ricoveri nell'ultima settimana. Lo riporta SkyTg24.

15:54 - Sono 1.972 i medici e gli odontoiatri attualmente sospesi dagli Albi dei Medici e degli Odontoiatri italiani per mancato rispetto dell'obbligo vaccinale: lo 0,4% degli iscritti, che sono in tutto 467.611. A comunicarlo è la Federazione degli ordini dei medici (Fnomceo).

15:22 - Si attende l’ordinanza del ministro della Salute Roberto Speranza: sono 4 le regioni che rischiano di abbandonare la zona gialla, ovvero Friuli Venezia Giulia, Piemonte, Sicilia e Abruzzo. Migliora invece la situazione in Valle D’Aosta che potrebbe aver scongiurato il rischio di passaggio in rosso.

14:53 - Sono stati 69.104 i nuovi contagi registrati in Israele nelle ultime 24 ore. Lo ha fatto sapere il ministero della sanità, secondo cui sono anche in salita i malati gravi arrivati a 638. 

14:17 - Il ministro della Salute Roberto Speranza, a quanto si apprende, ha chiesto di stanziare risorse per la salute mentale e l'assistenza psicologica. Speranza ha sollecitato l'intervento nel prossimo provvedimento che sarà adottato dal governo. 

13:45 - I grandi elettori contagiati e in isolamento potranno votare per scegliere il prossimo presidente della Repubblica. Il Consiglio del ministri ancora in corso. Fico propone seggio seggio drive-in. Resta il problema di come far arrivare sul posto deputati e senatori positivi al Covid o in quarantena da diverse parti d'Italia. 

13:19 - In Russia nelle ultime 24 ore sono stati registrati 49.513 nuovi casi di Covid-19, il massimo dall'inizio della pandemia: lo riporta Novaya Gazeta citando i dati del centro operativo nazionale anticoronavirus e precisando che 15.987 casi sono stati accertati a Mosca. Secondo il centro, nel corso dell'ultima giornata, in Russia 692 persone sono morte a causa della malattia. Stando ai dati pubblicati ieri mattina, nel corso della giornata precedente in Russia erano stati registrati 38.850 nuovi casi di Covid-19 e 684 decessi provocati dalla malattia. 

13:00 - "Importante discussione con i ministri Ue della Salute per una risposta comune al Covid. La scienza è chiara sui prossimi passi da prendere per i cittadini: aumentare la diffusione della vaccinazione e provvedere a un booster aggiuntivo, specialmente per i più vulnerabili". Lo scrive in un tweet la commissaria Ue alla Salute Stella Kyriades mentre ha inizio la riunione straordinaria dei 27 ministri europei, convocata dalla presidenza di turno francese. 

12:30 - Durante la cabina di regia c'è stato un confronto sulle norme anti-Covid nelle scuole. Una delle ipotesi emerse, secondo quanto si apprende, è stata quella di estendere alle primarie le regole in vigore per le secondarie. 

12:00 - Sono 18.786 le classi delle scuole francesi chiuse per la presenza di casi Covid o per l'assenza di personale docente, sempre riconducibile alla pandemia. Lo ha reso noto il ministero dell'Istruzione. Si tratta di un record dal lockdown del maggio del 2020 e riguarda il 3,56 per cento di tutte le 527.200 classi del Paese. Prima delle vacanze di Natale, erano 2.970 le classi chiuse in Francia, la scorsa settimana 14.380.
Notevole anche la contaminazione tra gli studenti. Secondo i dati degli ultimi sette giorni, in Francia sono 463.197 i casi di Covid confermati tra gli studenti, contro i 331.775 della scorsa settimana. Tra il personale, scolastico il ministero dell'Istruzione ha confermato 30.774 casi negli ultimi sette giorni, rispetto ai 25.571 della settimana precedente.

11:30 - Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha firmato il Dpcm che indica le attività commerciali in cui dal primo febbraio sarà possibile continuare ad accedere senza green pass: nell'elenco i supermercati e i negozi di alimentari, farmacie, parafarmacie, sanitarie, ottici, l'acquisto di carburanti, prodotti per animali e per il riscaldamento. Senza pass sarà possibile anche entrare negli uffici giudiziari o di pubblica sicurezza per presentare denunce. 

11:00 - Attesa la firma del testo che stabilisce i servizi per i quali non vige l’obbligo di certificazione verde e introduce la possibilità di controlli a campione da parte dei titolari. Esentati gli esercizi “di carattere alimentare e prima necessità, sanitario, veterinario, di giustizia e di sicurezza personale" e si potrà entrare in banca e in posta per ritirare la pensione, mentre per il tabaccaio servirà il pass.

10:30 - A Bolzano si registra il valore più alto dell'incidenza in Italia, pari 3.468,7 (in crescita rispetto a 2.538 della scorsa settimana) a fronte del valore nazionale di 2.011, dato riferito al periodo 14-20 gennaio. Segue Trento con 2.797,2 (in crescita rispetto a 2.715,9 della scorsa settimana e l'Emilia Romagna con 2.797,2 contro 2.783,7 di 7 giorni fa. Il valore più basso e' in Sardegna con 594,6 anche questo in crescita rispetto a 553,7 della settimana precedente. 

09:55 - "C'è una situazione di pressione oggettiva sugli ospedali" nel Lazio "seppure in un quadro di stabilizzazione del numero dei casi, e questo  comporta una riorganizzazione, e a volte anche delle difficoltà. Ma se inizia la discesa" della curva epidemiologica  nell'arco di 2-3 settimane il quadro potrebbe notevolmente cambiare". Lo ha detto l'assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato, sottolineando che "per la prima volta, dopo tante settimane, l'indice Rt nel Lazio è sceso decisamente sotto l'1. Si tratta di un dato al quale guardiamo con molta attenzione" che potrebbe significare l'avvio di una discesa, che come abbiamo visto in altre realtà, è stata una discesa rapida".  

09:30 - Il tasso di occupazione dei posti letto nei reparti di area medica a livello nazionale sale al 31,6%, secondo la rilevazione giornaliera del ministero della Salute al 20 gennaio rispetto al 27,1% rilevato il 13 gennaio. Ciò è quanto rilevano i dati del monitoraggio settimanale all'esame della cabina di regia, diffusi dall'Istituto superiore di Sanità.

09:00 - Si attende l’ordinanza del ministro della Salute Roberto Speranza: sono 4 i territori che rischiano di abbandonare la zona gialla, Abruzzo, Friuli, Piemonte e Sicilia. Migliora invece la situazione in Valle D’Aosta che potrebbe aver scongiurato il rischio di passaggio in rosso.