COVID-19 - Terza dose per 42.136 italiani. Palù: "Per la terza dose si deciderà in base all'andamento della curva epidemica". Brasile, superati i 594.000 decessi

26.09.2021 18:55 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    vedi letture
COVID-19 - Terza dose per 42.136 italiani. Palù: "Per la terza dose si deciderà in base all'andamento della curva epidemica". Brasile, superati i 594.000 decessi
Vocegiallorossa.it

La Protezione Civile ha reso noti i dati relativi alle ultime 24 ore. Sono stati individuati 3.099 nuovi positivi al COVID-19. Nell'ultimo giorno sono morte 44 persone affette da Coronavirus. Il tasso di positività è all'1,1%Vocegiallorossa.it vi ha fornito LIVE le ultime notizie.

18:55 - In Trentino c'è un nuovo decesso. Si tratta di un uomo attorno ai settant'anni non vaccinato che all'ospedale di Rovereto non è sopravvissuto alle complicazioni insorte dopo aver contratto il coronavirus. I decessi complessivi in provincia di Trento attribuibili al Covid-19 sono 1.436 dal 12 marzo 2020, data del primo decesso. Il bollettino odierno dell'Azienda sanitaria provinciale per i servizi sanitari registra 16 nuovi contagi su 3.617 tamponi processati.

18:00 - Il governo giapponese è pronto a revocare lo stato di emergenza a partire da inizio ottobre in alcune delle prefetture del Paese, in linea con il progressivo declino dei contagi da coronavirus. Lo ha detto il ministro della Salute, Norihisa Tamura, ospite in una trasmissione televisiva, spiegando che la situazione attuale consente un graduale alleggerimento delle restrizioni imposte durante l'emergenza sanitaria.

17:19 - La Protezione Civile ha diramato il consueto bollettino inerente alla pandemia Coronavirus. I nuovi contagi sono 3.099, che portano il totale a 4.660.314. Nello specifico, rispetto a ieri, -330 attualmente positivi (102.244), +3.385 guariti (4.427.373), +44 decessi (130.697). I tamponi effettuati sono stati 357.491, per un’incidenza dell'1,1%. Aumentano terapie intensive (+2, ora 483), ma calano i ricoveri ordinari (-65, ora 3.435).

15:35 - "Oggi nel Lazio su 6.948 tamponi molecolari e 10.355 tamponi antigenici per un totale di 17.303 tamponi, si registrano 272 nuovi casi (-34), 6 i decessi (+4), 392 i ricoverati (-4), 58 le terapie intensive (+3) e 343 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 1,5%. I casi a Roma città sono a quota 126". Così l'assessore regionale alla Sanità, Alessio D'Amato. "Calo dei casi positivi sia su base giornaliera che su base settimanale grazie alla campagna di vaccinazione" sottolinea l'assessore. 

14:35 - Nessun decesso e sette nuovi casi positivi al Covid-19 in Valle d’Aosta. Il totale dei casi positivi da inizio epidemia è di 12.110, i positivi attuali sono 64, di cui tre ricoverati in ospedale e 61 in isolamento domiciliare. I guariti sono due più di ieri per un totale complessivo di 11.572. I casi fino ad oggi testati sono 85.592, il totale dei tamponi effettuati è di 185.224.i decessi di persone risultate positive al virus in Valle d’Aosta da inizio emergenza ad oggi è di 474.

13:47 - Lo stato di New York è pronto a ricorrere agli uomini della Guardia Nazionale e a reclutare personale medico da altri stati Usa per sostituire negli ospedali le decine di migliaia di dipendenti e professionisti non ancora vaccinati. La proposta è stata avanzata dalla governatrice Kathy Hochul che pensa a un decreto per evitare che alla scadenza del termine per la vaccinazione obbligatoria si verifichi una carenza di personale. 

13:22 - "Nel Lazio superati 4,2 milioni di cittadini che hanno effettuato la doppia dose di vaccino, oltre l'87% della popolazione adulta e l'82% della popolazione dai 12 anni in su ha completato il percorso di vaccinazione. Presto partiremo con la terza dose per gli over 80 e per il personale sanitario". Lo scrive in una nota l'assessore alla Sanità e Integrazione Sociosanitaria della regione Lazio, Alessio D'Amato.

13:00 - Il presidente francese Emmanuel Macron si è impegnato a raddoppiare il numero di dosi di vaccini contro il COVID-19 che il suo paese offrirà ai membri dell'Unione africana (UA), con l'obiettivo di distribuirne un totale di 120 milioni, l'ha annunciato l'Eliseo. Il capo di stato francese ha fatto il suo annuncio al concerto Global Citizen, che ha coinciso con la chiusura dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite a New York sabato sera e ha incluso eventi a Lagos, Rio de Janeiro, Parigi, Londra, Seoul, Los Angeles e Sydney. "In altri continenti, la vaccinazione è molto indietro. È la nostra colpa collettiva. In Africa, solo il 3% della popolazione è vaccinata. Dobbiamo muoverci più velocemente", ha detto. Le dosi saranno consegnate come parte dell'iniziativa African Vaccine Acquisition Fund (Avat), lanciata dall'Ua, e il meccanismo Ccovax promosso dall'Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms), tra gli altri, per garantire l'accesso globale ai vaccini.

12:29 - Per la terza dose di vaccino COVID-19 "non sono previsti rinvii per gli operatori sanitari": è quanto dichiara Silvio Brusaferro, portavoce del Cts. "Nel costante perseguimento di un'ottica di massima precauzione, la somministrazione di un'ulteriore dose di vaccino viene indicata progressivamente per gli ultraottantenni, i residenti nelle RSA, persone ultrafragili e operatori sanitari a partire da quelli più a rischio", si legge in una nota.

12:00 - Dj, musica alta e balli e in più anche petardi fatti scoppiare vicino a un distributore di benzina: non hanno usato la discrezione gli avventori del bar ristorante Civico 108 di Asola, nel Mantovano, che ieri si è trasformato in una sorta di discoteca. Quando sono arrivati i carabinieri, è iniziato il fuggi fuggi dei clienti: 65, molti dei quali stavano ballando a centro pista vicini e senza mascherina, o mangiavano al buffet libero, sono stati identificati. E si sta valutando la multa mentre il locale è stato immediatamente chiuso per 5 giorni dell'attività come previsto dalla normativa anti COVID-19 e il gestore è stato sanzionato con ammenda di euro 400. Partita la segnalazione alla Prefettura che valuterà la durata della sospensione.

11:30 - Il commissario straordinario per l'emergenza COVID-19, Francesco Paolo Figliuolo, visiterà nel pomeriggio di domani la Comunità di Sant'Egidio. Alle 17:30 il generale si recherà a Palazzo Leopardi, in piazza Santa Maria in Trastevere, per incontrare un gruppo di profughi giunti con i corridoi umanitari. Negli stessi locali, che ospitano la Scuola di lingua e cultura italiana per stranieri della Comunità, visiterà alcune classi di studenti originari di diversi paesi. Alle 18 il commissario si trasferirà nella vicina sede di Sant'Egidio per un colloquio con il presidente, Marco Impagliazzo, e altri responsabili della Comunità, sulle attività svolte a favore dei più vulnerabili, come l'hub vaccinale che ha già permesso di raggiungere numerose persone fragili altrimenti a rischio di esclusione dalla campagna vaccinale.

11:10 - Sono 42.136 (il 4,52% della popolazione oggetto di dose aggiuntiva/richiamo) le persone che hanno avuto la terza dose di vaccino anti COVID-19. Gli italiani che hanno avuto almeno una dose sono 44.817.914, l'82,98% della popolazione over 12 mentre quelli che hanno completato il ciclo vaccinale sono 41.909.110, il 77,60% della popolazione over 12. È quanto si legge nel report del commissario straordinario per l'emergenza sanitaria aggiornato alle 6.08 di oggi. Le dosi di vaccino somministrate in Italia sono 83.857.158, l'88,4% del totale di quelle consegnate, pari finora a 94.912.665.

10:48 - Tre persone arrestate, quattro saltafila abusivi multati e un locale chiuso per violazione della normativa anti COVID-19. È il bilancio dell'attività di controllo e prevenzione svolta nel fine settimana dai Carabinieri del Comando Provinciale di Roma che hanno, tra l'altro, identificate oltre 150 persone ed eseguite verifiche su 78 veicoli. In particolare, i militari della Stazione Roma Aventino hanno sanzionato, con una multa di 400 euro, il titolare di un disco-bar perché permetteva a circa 250 giovani di ballare, con musica ad alto volume, senza osservare il distanziamento previsto dalle norme vigenti. Il locale resterà chiuso per cinque giorni.

10:22 - La comunità internazionale deve "lavorare insieme" per porre rimedio alla situazione di coloro che sono ai "margini" delle cure sanitarie e farmaceutiche, come è emerso in questa pandemia da COVID-19. "Questo è particolarmente vero per quanto riguarda i vaccini, che devono essere a disposizione di tutti, soprattutto nelle aree di conflitto e nei contesti umanitari". Lo ha detto il Segretario di Stato vaticano, card. Pietro Parolin, parlando all'Assemblea generale dell'Onu. "La resilienza richiede un rinnovato esame" sui sistemi sanitari "sopraffatti dalla pandemia e che hanno lasciato così tanti senza cure sufficienti o alcuna cura. Persino oggi molti non hanno accesso a test, cure di base o vaccini e nemmeno alle infrastrutture energetiche che renderebbero possibili tali cure. La resilienza richiede un esame della fragilità e carenze dei nostri sistemi economici, che hanno lasciato molti indietro a causa della grave crisi economica e la recessione e ha reso i poveri ancora più vulnerabili", ha sottolineato Parolin. 

10:00 - Ha indirizzato ai suoi alunni - inviandola sul gruppo Whatsapp dei genitori dei piccoli studenti - una lettera in cui spiega le ragioni per cui, contraria al Green pass, non si siederà alla cattedra come ogni anno. Protagonista della vicenda - riportata da Il Corriere di Romagna - una maestra di una scuola elementare della zona di Mercato Saraceno, nel Cesenate che, nella sua missiva, ha motivato la sua scelta, ai bambini, parafrasando una fiaba che era solita raccontare in classe. La lettera, racconta il quotidiano locale, non ha mancato di sollevare contrarietà venendo stigmatizzata, tra gli altri, dai presidenti degli ordini dei Medici di Forlì e di Rimini che la definiscono una "scelta sbagliata" e "un messaggio pessimo". Nello scritto pubblicato dal giornale e aperto con le parole "cari bambini", la maestra dà conto della sua decisione osservando che "finché le disposizioni attuali non saranno modificate, io resterò fuori dalla scuola perché non presenterò nessuna certificazione per entrare e poter lavorare. Se accettassi questo sistema non riuscirei più a guardarvi negli occhi e non avrei più nulla da insegnarvi perché avrei perso la mia libertà e la mia dignità". 

09:44 - Lo stato di New York è pronto a ricorrere agli uomini della Guardia Nazionale e a reclutare personale medico da altri stati Usa per sostituire negli ospedali le decine di migliaia di dipendenti e professionisti non ancora vaccinati. La proposta è stata avanzata dalla governatrice Kathy Hochul che pensa a un decreto per evitare che alla scadenza del termine per la vaccinazione obbligatoria si verifichi una carenza di personale. 

09:20 - Nel mondo oltre 231,5 milioni di casi di COVID-19. Il numero di morti supera i 4,7 milioni attestandosi a 4.743.159. È quanto emerge dai dati della Johns Hopkins. Le dosi di vaccino anti COVID-19 somministrate nel mondo hanno superato quota 6 miliardi attestandosi a 6.073.969.046. 

09:00 - Il Brasile ha superato i 594.000 decessi per coronavirus, nonostante la pandemia stia registrando una tendenza in calo. Secondo gli ultimi dati diffusi dal Ministero della Salute, nelle ultime 24 ore si sono registrati 537 decessi legati al COVID-19 e sono stati confermati 15.688 nuovi casi della malattia. Dall'inizio della pandemia, nel febbraio 2020, il Brasile ha già accumulato un totale di 594.200 morti e 21.343.304 contagiati da SARS-CoV-2, che lo collocano come uno dei tre Paesi più colpiti al mondo, accanto a Stati Uniti e India.

08:40 - Per la terza dose di vaccino a tutta la popolazione "si deciderà in base all'andamento della curva epidemica nel Paese, dalla circolazione globale del virus e dalla durata dell'immunità sia naturale sia artificialmente acquisita con la vaccinazione nei vari strati di popolazione". A parlare è il presidente dell'Agenzia italiana del farmaco (Aifa), il professor Giorgio Palù. "Gli studi sul campo - ha detto Palù anche membro del Cts, in un'intervista a Il Corriere della Sera - stanno dimostrando che, dopo circa sei mesi, si assiste a un certo calo della risposta anticorpale e alla possibilità di infettarsi; ricordo però che gli attuali vaccini, allestiti contro un virus in circolazione ormai da due anni, sono ancora efficacissimi nel proteggerci dal COVID-19 grave e dall'evento letale".