COVID-19 - Slovacchia, lockdown per i "no vax". Lazio, D'Amato: "-90% di decessi rispetto un anno fa". Lockdown generale in alta Austria e a Salisburgo. GIMBE: "Impatto ospedaliero contenuto grazie ai vaccini"

18.11.2021 19:37 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    vedi letture
COVID-19 - Slovacchia, lockdown per i "no vax". Lazio, D'Amato: "-90% di decessi rispetto un anno fa". Lockdown generale in alta Austria e a Salisburgo. GIMBE: "Impatto ospedaliero contenuto grazie ai vaccini"
Vocegiallorossa.it

Il Ministero della Salute e la Protezione Civile hanno reso noti i dati relativi al monitoraggio della pandemia nelle ultime 24 ore. Sono stati effettuati 625.774 tamponi e individuati 10.638 nuovi positivi al Coronavirus. Gli attualmente positivi sono 132.513, 5.428 in più rispetto al giorno precedente. Nell'ultimo giorno sono morte 69 persone affette da COVID-19 per un totale di 133.034 decessi dall'inizio dell'epidemia. I ricoverati in Terapia Intensiva sono 503 (+17), mentre i ricoverati ordinari 4.088 (+28). Come di consueto, Vocegiallorossa.it vi fornisce le ultime notizie LIVE a riguardo.

19:37 - La conferenza Stato-Regioni in Germania ha deciso l'obbligo vaccinale per il personale sanitario e in particolare per determinati gruppi a contatto con persone vulnerabili. Lo hanno confermato Angela Merkel e il presidente della Vestfalia Hendrik Wuest, in conferenza stampa a Berlino, dopo il vertice sull'emergenza Covid. 

19:08 - Cresce la curva dell'influenza: nella settimana settimana dall'8 al 14 novembre l'incidenza ha raggiunto i a 4,2 casi per mille assistiti, un valore più che doppio rispetto allo stesso periodo della stagione 2019, l'ultima pre-pandemia. A essere colpiti sono soprattutto i bambini al di sotto dei cinque anni. È quanto emerge dal rapporto settimanale sul monitoraggio delle sindrome simil-influenzali effettuato dalla rete di sorveglianza InfluNet dell'Istituto Superiore di Sanità.

18:48 - Subito 27 milioni di terze dosi arginare la quarta ondata di COVID-19: è quanto ha chiesto Angela Merkel al vertice, che è ancora in corso, con i governatori dei Laender tedeschi, nel quale decidere le prossime mosse anti-pandemia in Germania. Stando a quanto riferito da partecipanti alla riunione citati dai media, tra cui la Bild, la cancelliera ha chiesto di accelerare drasticamente la campagna vaccinale. Al vertice, a cui partecipa anche il candidato cancelliere dell'Spd Olaf Scholz anche in quanto ministro alle Finanze uscente, sarebbe anche affiorata una prima apertura verso l'obbligo vaccinale in Germania: in sostanza, si sarebbe delineato un accordo per imporre l'immunizzazione obbligatoria per il personale degli ospedali e i lavoratori di case di cura, ospizi e similari.

18:28 - "Per fine novembre dovremmo raggiungere una conclusione "sul mix di vaccini". Lo ha detto Marco Cavaleri dell'Ema, in una conferenza stampa, ricordando che il mix riguarda una terza dose diversa dalle precedenti somministrate. 

18:05 - La Slovacchia imporrà "un lockdown per i non vaccinati" contro il coronavirus. Lo ha annunciato il primo ministro Eduard Heger in una conferenza stampa trasmessa in diretta tv, riporta il Guardian. Con la nuova stretta, in vigore da lunedì per 3 settimane, solo le persone vaccinate o che hanno avuto il COVID-19 negli ultimi sei mesi potranno entrare in ristoranti, centri commerciali, negozi con beni non essenziali, attività sportive ed eventi pubblici. E scatta anche l'obbligo di testare le persone non vaccinate sul lavoro in tutte le regioni più colpite dall'epidemia. 

17:47 - Sforbiciata della durata del green pass, da 12 a 9 mesi, e obbligo a sottoporsi alla terza dose di vaccino anti COVID-19 per il personale sanitario. Per ora, l'unica certezza, è che il governo adotterà queste due misure per contrastare l'aumento dei contagi - accelerando sulle vaccinazioni - in un Consiglio dei ministri che si terrà la prossima settimana. Oggi il tema, assicurano fonti di governo, non è stato trattato nel cdm che ha adottato il decreto attuativo sull'assegno unico per i figli, ma la prossima settimana il dossier arriverà sul tavolo del Consiglio dei ministri. Non è ancora deciso se accompagnato da altre misure anti COVID-19, come chiesto dal fronte dei governatori, con alcune regioni in pressing per un "doppio binario" sui no vax.

17:20 - La Protezione Civile ha diramato il consueto bollettino inerente alla pandemia Coronavirus. I nuovi contagi sono 10.638, che portano il totale a 4.893.887. Nello specifico, rispetto a ieri, +5.428 attualmente positivi (132.513), +5.148 guariti (4.628.340), +69 decessi (133.034). I tamponi effettuati sono stati 625.774, per un’incidenza dell'1,7%. I ricoverati in Terapia Intensiva sono 503 (+17), mentre i ricoverati ordinari 4.088 (+28).

16:50 - "Il ministro della Salute Speranza ci ha preannunciato che sta preparando un provvedimento per l'obbligo della terza dose per i sanitari, che presumo dovrebbe partire dal primo dicembre". Così all'Adnkronos Salute il presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei medici chirurghi e odontoiatri (Fnomceo), Filippo Anelli. "Il nostro parere è stato che la vaccinazione è lo strumento che ci ha fatto ridurre i contagi - aggiunge Anelli - e quindi non possiamo che essere d'accordo".

16:00 - "La valutazione dell'Ema sul vaccino Comirnaty- di Pfizer/BioNTech "per i bambini di 5-11 anni è in corso. Una conclusione è possibile entro la fine della prossima settimana". La conferma ufficiale è arrivata oggi da Marco Cavaleri, responsabile Vaccini e Prodotti terapeutici Covid-19 dell'Agenzia europea del farmaco, durante il periodico aggiornamento per la stampa.

15:20 - Sono 13.649 le persone attualmente positive a Covid-19 nel Lazio, di cui 606 ricoverati, 81 in terapia intensiva e 12.962 in isolamento domiciliare. Dall'inizio dell'epidemia i guariti sono 386.136 e i morti 8.908 su un totale di 408.693 casi esaminati, secondo il bollettino aggiornato della Regione Lazio.

14:18 - Sono 113 i pazienti positivi al tampone per la ricerca di Sars-CoV-2 ricoverati allo Spallanzani di Roma, di cui 4 in via di dimissione. In 23 sono ricoverati in terapia intensiva. I pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o in altre strutture territoriali sono finora 3.371. E' quanto emerge dal bollettino di oggi. 

13:48 -  L' UE non nasconde "preoccupazioni" sulla risalita dei contagi ma ribadisce che la strategia europea sui vaccini "è stata un successo". "La più importante misura è vaccinarsi" e "al tempo stesso" bisogna "mantenere misure di sicurezza come la mascherina o il distanziamento.  La pandemia non è statica e noi dobbiamo adattare le nostre risposte", spiega il portavoce della commissione Ue Eric Mamer nel briefing. "L'aumento dei casi è principalmente causato dal contagio di persone non vaccinate. Il messaggio resta chiaro: vaccinatevi, vaccinatevi, vaccinatevi", sottolinea un altro portavoce, Stefan de Keersmaecker. 

13:20 - "Non vi possono essere dubbi sull’importanza di fare velocemente l’intero ciclo vaccinale compreso il richiamo. Rispetto allo stesso giorno di un anno fa nel Lazio abbiamo 1.777 casi in meno, 2.459 ricoverati in meno in area medica e 241 ricoverati in meno in terapia intensiva. Grazie ai vaccini evitati circa 2 mila decessi nel Lazio negli ultimi sei mesi. E registriamo il 90% in meno dei decessi rispetto ad un anno fa. Il 75% di chi oggi è ricoverato in terapia intensiva, o non è vaccinato o non ha completato il percorso di vaccinazione". Lo ha sottolineato l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato, intervenendo alla trasmissione 'l’Aria che tira' su La7.

12:50 - Sono 113 i pazienti positivi al tampone per la ricerca di Sars-CoV-2 ricoverati allo Spallanzani di Roma, di cui 4 in via di dimissione. In 23 sono ricoverati in terapia intensiva. I pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o in altre strutture territoriali sono finora 3.371. E' quanto emerge dal bollettino di oggi. 

12:20 - Arrivano le misure di prevenzione in Austria, dov'è stato indetto un nuovo lockdown generale nella zona alta e a Salisburgo.

11:50 - "La cosa di cui sono più orgoglioso è che i giovani hanno raggiunto una percentuale di vaccinazione che si avvicina a quella delle classi più anziane, con collegamento fra nonni e nipoti: i giovani stanno dando a tutti noi, quelli dell'età di mezzo, una grande lezione: si fidano della scienza". Lo ha ricordato il generale Francesco Paolo Figliuolo, commissario per l'emergenza Covid, intervenendo in video collegamento al Salone Orientamenti di Genova, parlando ai ragazzi.

11:20 - Tornano a crescere i casi di Covid-19 in Italia, ma "l'impatto ospedaliero resta al momento contenuto grazie alla protezione vaccinale: +534 ricoveri in area medica e +60 in terapia intensiva. Per Friuli Venezia Giulia e provincia di Bolzano si avvicina la zona gialla". E' il quadro tracciato dal monitoraggio indipendente della Fondazione Gimbe nella settimana 10-16 novembre. "Sul fronte ospedaliero - afferma Renata Gili, responsabile Ricerca sui servizi sanitari della Fondazione Gimbe - si registra un ulteriore incremento dei posti letto occupati da pazienti Covid: rispetto alla settimana precedente +15,5% in area medica e +14,3% in terapia intensiva".

10:44 - In Russia è stato registrato un nuovo record di morti per complicanze riconducibili al coronavirus nelle ultime 24 ore, 1.251 secondo i dati ufficiali. A questi si aggiungono 37.374 nuovi contagi registrati a livello nazionale. Il record di casi era stato registrato il 6 novembre con 41.335 contagi confermati.

10:17 - Cinque medici no vax sono stati sospesi dalla Asl di Latina. Il provvedimento pubblicato sull'albo pretorio riguarda tutti medici di famiglia che avrebbero deciso di non vaccinarsi e che, al momento, sono stati allontanati dal lavoro fino al 31 dicembre. Sale così a 14 il numero di operatori sanitari pontini che risultano sospesi e, tra questi, otto sono medici. 

09:58 - Un paziente affetto in modo grave dal coronavirus in Germania è stato trasferito in Italia per poter ricevere le cure necessarie. Lo riferisce il sito di informazione Merkur, spiegando che la decisione è stata determinata dal fatto che sono esauriti i letti a disposizione nel reparto di terapia intensiva della città di Frisinga, in Baviera. Il paziente è stato trasferito in un ospedale di Merano nel Sud Tirolo, in Alto Adige, dal servizio di soccorso e con la collaborazione dei vigili del fuoco. Anche gli altri ospedali della Baviera avevano esaurito la disponibilità di ricoverare pazienti in terapia intensiva.

09:39 - I farmaci che arriveranno a breve e che affiancheranno i vaccini ci aiuteranno a convivere con il coronavirus, “ma quanto è ancora tutto da vedere. Intanto abbiamo imparato che non esistono medicinali senza effetti collaterali. Dei due nuovi che si avvicinano non conosciamo ancora l'impatto su tutti i pazienti, ma se li autorizzeranno saremo sicuri che il rapporto beneficio-rischio sarà favorevole. Poi non sappiamo quali controindicazioni avranno, cioè se chi ha certe patologie non potrà usarli. Poi non funzioneranno al 100%. Certo, un aspetto positivo si conosce già: si assumeranno per via orale e la distribuzione sarà più facile”. Così a La Repubblica Guido Rasi, già direttore di Ema e oggi consulente del commissario per l'emergenza Francesco Figliuolo sui medicinali di Merck e Pfizer in arrivo dopo Natale. 

09:19 - Lo stato di Victoria, in Australia, da domani revocherà la maggior parte delle restrizioni introdotte per contenere la diffusione del COVID-19 per le persone che hanno completato il ciclo vaccinale. Lo ha annunciato il primo ministro di Victoria Daniel Andrews. Quasi il 90 per cento della popolazione locale con più di 12 anni ha ottenuto le due dosi del vaccino contro il Coronavirus, obiettivo che si prevede di raggiungere nel fine settimana. Ristoranti e bar chiusi, invece, per chi non è vaccinato e che potrà solo prendere cibo da asporto. Impedito l'accesso anche a servizi non essenziali come cinema, teatri, zoo, festival, parrucchieri e saloni di bellezza.

09:00 - ''Imporre il lockdown ai non vaccinati sarebbe un errore, ha oggettivi limiti costituzionali. Dovremmo investire di più sul dialogo convincendo gli irriducibili a vaccinarsi. Comunque, ogni decisione la prenderemo assieme, fra governatori''. Lo dice in un'intervista a Il Corriere della Sera Luca Zaia, presidente della Regione Veneto che sull'ipotesi di vaccino obbligatorio aggiunge: ''Qualcuno può forse pensare che in questo Paese si possano accompagnare i cittadini coattamente a vaccinarsi?".

08:40 - "Sono moderatamente ottimista. Se tutti ci comporteremo bene, vaccinandoci e rispettando l'uso della mascherina, non ci saranno chiusure”. Queste le premesse per un Natale senza restrizioni secondo l’epidemiologo Pier Luigi Lopalco, che in un’intervista a Il Corriere della Sera ricorda che “la mascherina è indispensabile, sempre. Basta quella chirurgica nei negozi. Se passeggiamo all'aperto indossiamola in caso di strade affollate e se dobbiamo prendere i mezzi pubblici, facciamolo previa igienizzazione delle mani prima di entrare e dopo essere scesi. È una buona regola ovunque”.