COVID-19 - Scaccabarozzi: "Johnson&Johnson distribuito dal 19 aprile". Papa Francesco: "Tutti hanno bisogno di sussistenza". Ema: "AstraZeneca? Eventi collaterali rari". L'ISS studia le nuove varianti del Coronavirus

07.04.2021 22:26 di Redazione Vocegiallorossa Twitter:    Vedi letture

L'emergenza Coronavirus continua a non dare tregua non solo in Italia, ma in tutto il pianeta. Come di consueto, il Ministero della Salute ha condiviso il bollettino contenente gli aggiornamenti relativi alla diffusione del COVID-19 in Italia. Sono 13.708 i nuovi contagi su 339.939 tamponi processati. Le vittime sono 627, che portano il totale a 112.374. I ricoverati raggiungono quota 29.316 con una diminuzione di 21 unità, mentre gli ingressi in terapia intensiva sono 3.683 (-60).Il tasso di positività è del 4%. Vocegiallorossa.it aggiornerà LIVE con tutte le principali notizie.

22:26 - "Ci mettiamo subito a scrivere la  circolare. Bisogna essere chiari e netti", avrebbe detto il ministro della Salute Roberto Speranza sulle nuove direttive per il vaccino AstraZeneca alla videoconferenza Governo-Enti locali, secondo quanto si apprende. Il provvedimento "conterra' una raccomandazione di somministrare AstraZeneca sopra i 60 anni, in linea con quanto deciso da altri paesi Ue", ha aggiunto. 

21:00 - La Corea del Sud sospenderà temporaneamente la somministrazione del vaccino anti-Covid di AstraZeneca alle persone sotto i 60 anni. Lo riferiscono diversi media asiatici in lingua inglese.

19:38 - L'uso del vaccino AstraZeneca potrebbe essere raccomandato sopra i 60 anni. L'indicazione potrebbe essere accolta da tutti i paesi Ue in una posizione unitaria attualmente in discussione.

19:08 - La distribuzione del vaccino Johnson&Johnson "comincerà come abbiamo sempre detto nella seconda metà di aprile. Le dosi potrebbero arrivare anche prima del 19". Lo ha detto Massimo Scaccabarozzi, presidente di Janssen Italia, azienda del Gruppo Johnson & Johnson, ospite di Restart, il programma di Rai2 in onda stasera condotto da Annalisa Bruchi.

18:52 - Boris Johnson ringrazia gli esperti dell'autorità sul farmaco britannica per l'aggiornamento "sui potenziali effetti collaterali estremamente rari" del vaccino anti COVID-19 di AstraZeneca e s'impegna a rispettarne le indicazioni. "Come i regolatori hanno detto - osserva il premier - questo vaccino è sicuro, efficace, ha già salvato migliaia di vite dal COVID-19 e la stragrande maggioranza delle persone deve continuare a riceverlo". Al contempo il governo "seguirà le raccomandazioni aggiornate, in modo che tutti continuino ad avere piena fiducia nei vaccini che ci stanno aiutando a salvare vite e a tornare cautamente verso la normalità". 

18:18 - Margherita Rusciano, 105 anni a maggio, nonna del sindaco del Comune di San Giorgio a Cremano (Napoli) Giorgio Zinno, ha ricevuto la prima dose del vaccino Pfizer. Ad accompagnarla è stato il nipote insieme con la sorella gemella Alessandra: entrambi l'hanno assistita nella fase dell'accettazione, fino alla fase post vaccinale al centro in via Mazzini. Nonna Margherita, la cittadina più anziana di San Giorgio a Cremano, è arrivata serenamente, è stata accolta dai volontari della Protezione Civile a cui ha rivolto un grande sorriso, ed ha aspettato il suo turno nella sala d'attesa insieme alle altre persone convocate per la dose vaccinale. "I giovani non devono mai perdere la fiducia nel futuro" ha detto "Io ne ho superate tante. Supereremo anche questa. Grazie a tutti coloro che mi hanno accolta presso questo bellissimo centro". 

17:58 - Sono 3.683 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per COVID-19 in Italia, in calo di 60 unità rispetto a ieri nel saldo giornaliero tra entrate e uscite, mentre gli ingressi giornalieri in rianimazione, secondo i dati del Ministero della Salute, sono stati 276 (ieri 221). Nei reparti ordinari sono invece ricoverate 29.316 persone, in calo di 21 unità rispetto a ieri.

17:39 - La Protezione Civile ha diramato il consueto bollettino inerente alla pandemia Coronavirus. I nuovi contagi sono 13.708, che portano il totale a 3.700.393. Nello specifico, rispetto a ieri, -7.868 attualmente positivi (547.837), +20.927 guariti (3.040.182), +627 decessi (112.374). I tamponi effettuati sono stati 339.939, per un’incidenza del 4%.

17:16 - Le trombosi rare rilevate su alcune decine di pazienti sottoposti e al vaccino anti COVID-19 di AstraZeneca sono "un effetto collaterale potenziale sospetto" del siero "su un numero estremamente limitato" di casi. Lo ha ammesso oggi June Raine della Mhra, l'autorità britannica sui farmaci. Raine ha detto che "esiste la forte possibilità'" di un qualche legame "anche se occorre ulteriore lavoro per provare oltre ogni dubbio" un rapporto causale. Resta comunque l'indicazione che "i benefici di AstraZeneca contro il COVID-19 e i rischi associati, di ospedalizzazione e morte, siano superiori ai rischi per la gran maggioranza delle persone".

16:57 - Buone notizie in casa Fiorentina dal fronte tamponi. Secondo quanto riporta FirenzeViola.it, infatti, gli ultimi test molecolari effettuati su tutta la squadra sono risultati negativi. In particolar modo, a destare le principali preoccupazioni erano i due calciatori viola che hanno fatto parte della spedizione azzurra.

16:45 Javier Tebas, è ottimista circa il ritorno del pubblico sugli spalti. Il presidente di Lega ha dichiarato: "Credo che avremo tra un 10% e un 25% di pubblico negli stadi per il finale de LaLiga. Secondo i dati che stanno emergendo dopo Pasqua, penso che ci sia la possibilità di un ritorno del pubblico". Tebas ha comunque specificato che sarà una decisione che dovrà prendere l'Alto Consiglio dello Sport e il Ministero della Sanità.

16:00 - Una nota dell'Ema, riguardo ai presunti collegamenti tra le trombosi e il vaccino AstraZeneca, riferisce che "gli eventi rari" di trombosi cerebrale "sono effetti collaterali molto rari. Le persone che hanno ricevuto il vaccino devono cercare immediatamente assistenza medica se sviluppano sintomi di combinazione di coaguli di sangue e piastrine basse". Lo riporta il sito di SkyTg24.it.

15:13 - A Radio Punto Nuovo è intervenuto Andrea Costa, Sottosegretario di Stato al Ministero della Salute: “Europei aperti al pubblico? Questa decisione rappresenta un inizio. In base ai numeri, al piano vaccinale ed alle dosi da somministrare, per gli Europei saremo in condizione di fare una serie di valutazioni positive. Passaporto vaccinale? Sono a favore. Credo che sia un tema da affrontare nel momento in cui tutti i cittadini avranno la possibilità di vaccinarsi, altrimenti possono crearsi delle discriminazioni. Da parte dell’UEFA c’è stata la richiesta di riempire per circa 25% gli stadi, varrebbe a dire 14-15.000 spettatori all’Olimpico di Roma. Mi permetto di dire che è anche l’obiettivo del Governo. Abbiamo già incaricato il CTS per stilare un protocollo e garantire questa presenza".

14:55 - Il Napoli nella notte ha effettuato un nuovo ciclo di tamponi per la positività - emersa nella giornata di ieri - di un componente dello staff sanitario. Di seguito il comunicato ufficiale: "In seguito alla positività al Covid-19 di un componente dello staff sanitario rilevata ieri mattina e non presente a Torino, in accordo con le autorità sanitarie e secondo i protocolli FIGC, il gruppo squadra ha effettuato, dopo le 24:00, un nuovo ciclo di tamponi molecolari risultati negativi". Questa la nota del Napoli in vista della sfida contro la Juventus, che vedrà dunque la squadra al completo.

14:00 - Papa Francesco ha pubblicato il seguente post sul suo profilo Twitter ufficiale (@Pontifex_it): "Tutti, soprattutto le persone più fragili, hanno bisogno di assistenza. Solo insieme possiamo costruire un mondo più giusto e più sano. Tutti siamo chiamati a combattere la pandemia e i vaccini costituiscono uno strumento essenziale per questa lotta. #worldhealthday".

13:30 - L'Atalanta, tramite una nota ufficiale, ha reso nota la positività al COVID-19 del centrocampista, classe '97, Matteo Pessina.

13:00 - Eugenio Giani, presidente della Regione Toscana, ha fatto il punto della situazione sul suo profilo Twitter ufficiale (@EugenioGiani): "I nuovi casi registrati in Toscana sono 937 su 27.269 test di cui 11.971 tamponi molecolari e 15.298 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è del 3,44% sul totale dei tamponi e del 12,2% sulle prime diagnosi".

12:30 - L'Istituto Superiore di Sanità (ISS) monitora le mutazioni del Coronavirus, in particolar modo quella brasilina (concentrata nell'Italia centrale con picchi del 20%) e quella nigeriana (diffusa in diverse zone dello Stivale). In Sardegna, ad esempio, è stata segnalata una variante (A.27) presente anche in altre nazioni europee.

12:00 - Mariastella Gelmini, ministra per gli affari regionali e le autonomie nel governo, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: "Aperture ci saranno, soprattutto da maggio, forse qualcosa già dal 20 di aprile si potrà riaprire".

11:30 - Nella Regione Marche sono 286 i casi di positività al COVID-19 rilevati su 3.190 nuove diagnosi (il 9% rispetto al 20,8% rilevato ieri). Nel percorso screening antigenico, invece, sono 79 i positivi riscontrati (i quali andranno sottoposti a tampone molecolare) a fronte di 1.691 test effettuati.

11:00 - Roberto Speranza, ministro della Salute, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni tramite il proprio account Twitter ufficiale (@robersperanza): "È una bella pagina l’accordo unanime che abbiamo siglato con Andrea Orlando sindacati e imprese del nostro Paese. Il protocollo per le vaccinazioni e quello per la sicurezza Covid ci aiuteranno a tutelare la salute nei luoghi di lavoro. Questa battaglia si vince solo uniti".

10:25 - L'Ema rende noto che oggi alle 16:00 avrà luogo la conferenza stampa in merito alla nuova valutazione del rischio del vaccino Astrazeneca, dopo i casi sospetti di alcune trombosi in pazienti che si erano sottoposti al vaccino.

10:15 Bayern, Gnabry positivo: stasera niente PSG - Il tedesco sta bene ed è in isolamento domiciliare: scelte obbligate in attacco vista anche l'assenza di Lewandowski. Flick: "Il Psg non è cambiato molto rispetto alla finale dello scorso anno, dovremo essere in grado di fermare il loro giro palla". Questa sera alle 21 il "replay" della finale dello scorso anno.

9:45 - Il vaccino AstraZeneca è tornato nell'occhio del ciclone a causa dei sospetti di collegamenti con alcuni casi di trombosi: "Oggi si riunisce l'Ema. Stanno in riunione fino a venerdì, quindi non è detto che già oggi esca il verdetto (sul vaccino di Astrazeneca, ndr). Hanno annunciato per stasera, ma non è detto. Bisogna vedere quanti dati hanno e come riusciranno a trovare una solida evidenza in una o nell'altra direzione". Questa l'intervista di Guido Rasi, docente di Microbiologia all'Università di Tor Vergata a Roma, ad Agorà su Raitre.

9:25 - "All'interno delle scuole è stato fatto e si continua a fare tutto il possibile in tema di distanziamento, di mascherine e di igiene delle mani. Quello che è mancato è un po' il contorno". Queste le parole di Antonello Giannelli, presidente dell'Associazione nazionale dei presidi, a "Radio anch'io" su Rai Radio: "Penso soprattutto al sistema del trasporto pubblico locale, molto importante soprattutto per gli studenti delle superiori. Questo non è stato messo in sicurezza allo stesso modo, con vetture che viaggiano sovraffollate specie nelle grandi città e con l'obbligo di mascherina non sempre rispettato".