Shakhtar Donetsk-Roma 1-2 - Cosa dicono gli xG - Nessun rischio finché c'è stata gara. Mayoral vero bomber di coppa. GRAFICA!

19.03.2021 22:22 di Gabriele Chiocchio Twitter:    Vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Gabriele Chiocchio

Negli ultimi anni è stato sviluppato un nuovo tipo di dato che può aiutare ad analizzare ciò che è successo nelle partite di calcio e il rendimento delle squadre. Si tratta del dato degli Expected Goals, vale a dire un numero che quantifica, in media, i gol che si segnano in una partita dai tiri che si prendono durante la gara. Un numero non indiscutibile, in quanto sono stati sviluppati diversi modelli che danno dei risultati diversi (anche se tendenzialmente simili), e al quale non si può ridurre l’intero andamento di un match, ma che può aiutare a dare contezza di determinate situazioni in modo più freddo. Ecco l’analisi di Shakhtar-Roma, con i dati di infogol.net.

MISSIONE COMPIUTA - Con un 3-0 da amministrare, la cosa più importante era non concedere allo Shakhtar neanche la minima possibilità di rimontare. Nella prima parte della gara, gli ucraini hanno mantenuto il possesso del pallone e in generale condotto le operazioni, ma non hanno creato quasi nulla. Prima del gol dello 0-1 di Borja Mayoral, che di fatto ha chiuso i giochi, il conteggio degli xG dello Shakhtar si fermava appena a 0,16, con nessuno dei quattro tentativi provato dall’interno dell’area di rigore. 

DISTRAZIONE - L’1-1 dello Shakhtar è una conclusione da sottomisura di Junior Moraes su sponda da calcio da fermo: il suo valore è di 0,61 xG ed è l’occasione più grande concessa dalla Roma fino a questo punto dell’Europa League, superando anche gli 0,59 di quella capitata sempre a Junior Moraes nella gara di andata e neutralizzata da Pau Lopez. Ma se quella chance ha effettivamente messo in pericolo l’economia del doppio confronto, questa arriva a risultato ormai acquisito, entrando nella misurazione ma non inficiando la valutazione della prova difensiva dei giallorossi, che, come detto, hanno fatto quello che dovevano fare.

DOVE MIGLIORARE? - Sempre considerando nella valutazione lo stralcio di gara giocato fino al primo dei due gol di Borja Mayoral, la Roma avrebbe potuto sfruttare meglio le ripartenze concesse dallo Shakhtar. Il colpo di testa vincente dello spagnolo era, infatti, appena il terzo tentativo della partita e il primo di valore considerevole - 0,35 xG - dopo i due a firma ancora dello spagnolo - il tiro al volo da 0,10 xG - e Spinazzola - 0,05 xG. A partita stappata, la Roma ha poi portato il conteggio a un totale di 2,13, con, tra gli altri, il secondo colpo vincente di Mayoral (0,64 xG).

IL BOMBER DI COPPA - Con questi due gol, Borja Mayoral è arrivato a quota 7 in 10 partite disputate in Europa League. Sette reti arrivate da 6,01 xG, una piccola overperformance che sarebbe potuta essere più grande senza la disgraziata - ma solo da questo punto di vista, partita di Sofia contro il CSKA, in cui lo spagnolo sprecò occasioni per ben 1,74 xG: escludendola, quindi, sono 7 gol usciti fuori da 4,27 xG, dato ben più importante. Lo spagnolo ha messo dentro 6 delle 9 occasioni da almeno 0,30 xG avute: i tre errori sono tutti concentrati nella già citata partita contro il CSKA. Quando contava, l’ex Real Madrid si è sempre presentato puntuale all’appuntamento.

Expected Goals Plot di Shakhtar Donetsk-Roma
Expected Goals Plot di Shakhtar Donetsk-Roma
Expected Goals di Shakhtar Donetsk-Roma
Expected Goals di Shakhtar Donetsk-Roma