SPAL, Colombarini: "A giugno si potrebbero aprire altre porte per Lazzari"

14.02.2019 18:08 di Marco Rossi Mercanti Twitter:   articolo letto 6891 volte
© foto di Federico Gaetano
SPAL, Colombarini: "A giugno si potrebbero aprire altre porte per Lazzari"

Simone Colombarini, patron della SPAL, ha parlato quest'oggi a Radio Bruno Toscana in vista della gara di domenica contro la Fiorentina. Queste le sue parole: "Abbiamo attraversato un periodo di appannamento al termine del girone d'andata dopo aver raccolto punti a inizio stagione. Stiamo però giocando bene e vogliamo ricominciare a fare punti fin dalla prossima partita. Se il lavoro della SPAL viene sottovalutato? Effettivamente è così, sembra che l'ambiente si sia un po' illuso dopo i risultati di inizio anno ma era chiaro che non potessimo confermare a fare così tanti punti. Non sarà facile centrale la salvezza visto che le avversarie sono tante: oggi nessuna ha due piedi in B, tutte vogliono lottare per salvarsi fino alla fine. La gara con la Fiorentina per mister Semplici? Sappiamo tutti che Leonardo ha la Fiorentina nel cuore, questa è una gara diversa dalle altre ma proprio per questo la preparazione del match è più preciso del solito: ci tiene a fare bella figura. Viviano? Anche lui è un cuore viola ma è un professionista e domenica darà il massimo. Da quando è arrivato ha fatto subito bene. Se ho rimpianti sul fatto che Chiesa potesse venire da noi? Noi eravamo in B e per Federico poteva essere una prima esperienza coi grandi: certamente ci avrebbe dato una grande mano. Sousa sapeva che la sua carriera sarebbe stata brillante. Lazzari in viola? Siamo arrivati ad un punto dove un giocatore come lui è giusto che prosegua la sua carriera dove può avere di più: a giugno si potrebbero aprire altre porte".