Paolini: "Vi presento Marquinho. Casemiro il centrocampista più interessante, Paulinho sopravvalutato"

18.01.2012 09:18 di Redazione Vocegiallorossa   vedi letture
Fonte: calciomercatoweb.it
Paolini: "Vi presento Marquinho. Casemiro il centrocampista più interessante, Paulinho sopravvalutato"
Vocegiallorossa.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Il consulente di mercato, Stefano Paolini, ha parlato ai microfoni di calciomercatoweb.it di Marquinho: “È un centrocampista mancino che sa adattarsi anche al ruolo di laterale sinistro, lo ha fatto a volte per sostituire Carlinhos, ed è proprio per questa sua duttilità tattica che è uno dei preferiti di Abel Brava, allenatore del Fluminense. È un giocatore valido, molto disciplinato tatticamente e diventa punto di riferimento dei tecnici perché nonostante non sia uno di quegli interpreti che ruba la scena dà costantemente garanzie. Ha 25 anni e penso anche per questo che sia pronto per far bene da noi e potrebbe aiutarlo anche la sua semplicità di inserimento a partita in corso, gioca bene anche solo 20-30 minuti, questo può farlo ambire alla Roma o a qualunque altra squadra. Non è uno da 7,5 in pagella ma non sbaglia mai”. Su Casemiro: “Casemiro Sabatini lo segue da tanto, lo avevo segnalato al ds anche personalmente e credo sia il centrocampista brasiliano attualmente più interessante. Si è parlato moltissimo della sua involuzione ultimamente ma non sono d’accordo: ha giocato 21 partite, le stesse di Neymar, ed è stato fuori per infortunio 7-8 giornate. Il vero problema è che non si prende molto con l’allenatore Leao che è però un ‘sergente di ferro’ spigoloso, che ha avuto brutti rapporti in tutte le piazze dove è stato chiamato. Dicono sia un ritardatario ma è arrivato in ritardo per gli allenamenti solamente 2 volte. Il suo cartellino appartiene al San Paolo per il 90%, la restante parte appartiene ai suoi due procuratori, uno dei quali è stato a Roma e Milano prima di dicembre, in caso di chiamata tornerebbe a gennaio, ma solamente per chiudere“. E su Paulinho: “Lui è assolutamente sopravvalutato, ha avuto la classica stagione di grazia che prima o poi capita a tutti segnando 8 reti. Giocava come mediano nel 4-2-3-1 ma è stato spostato 20 metri avanti perché non offriva garanzie a recuperar palloni, la sua unica dote. Il suo prezzo viene gonfiato dal Corinthians perché detiene solo il 10% del suo cartellino, non è un giocatore che può cambiare il volto del centrocampo della Roma”.