Miccichè: "Sabatini ha molta competenza, mi aspetto una Roma agguerrita domenica"

20.10.2011 09:41 di Greta Faccani   vedi letture
Fonte: Radio Ies
Miccichè: "Sabatini ha molta competenza, mi aspetto una Roma agguerrita domenica"
Vocegiallorossa.it
© foto di Michele Sardo/TuttoPalermo.net

Il vicepresidente del Palermo, Guglielmo Miccichè, ospite questa sera della trasmissione radiofonica “La città nel pallone” su RadioIes ha dichiarato:

SU ROMA – PALERMO
Lo spirito del Palermo spero sia diverso da quello di sabato scorso a San Siro in cui abbiamo fatto una prestazione non da Palermo: siamo stati succubi di una serata da dimenticare, la classe del Milan ha fatto si che affrontassimo questa gara senza lo spirito del Palermo. A Roma siamo venuti un mese fa a giocarci una gara con la Lazio, gran bella gara finita in pareggio. La Roma è una delle squadra che più mi piacciono, creata da un direttore sportivo, Sabatini, che reputo persona di grande competenza, siete stati sfortunati contro la Lazio perché la Roma è stata eccessivamente penalizzata. Penso comunque assisteremo ad una bella partita.

CHE ROMA SI ASPETTA?
Mi aspetto una Roma agguerrita come il Milan che veniva dalla sconfitta contro la Juve. La situazione è simile, ma spero che gli effetti cambino, ovviamente.

SUL TECNICO MANGIA
E’un personaggio particolare: un uomo di campo innamorato del proprio lavoro. Abbiamo battuto l’Inter, il Cagliari, il Siena, perso molto immeritatamente contro l’Atalanta. Abbiamo 10 punti, merito dell’allenatore giovane, come la squadra, e come il direttore sportivo. Un po’ come la Roma che ha un tecnico nuovo, giovane e di sicuro avvenire.
 

SULLE SCELTE DEL MODULO
Il miglior modulo non credo che esista: il mister deve mettere in campo undici giocatori ed il modulo dev’essere flessibile. Il 4-4-2 è un eccellente metodo di gioco e con noi ha avuto molta fortuna, non c’è dubbio che in trasferta il Palermo sia un’altra squadra per cui il Presidente parlando con lo staff tecnico ha detto se non è il modulo che usiamo in trasferta ad essere penalizzante, ma il modulo comunque lo sceglierà Mangia.

SU ILICIC
Ilicic è un grandissimo giocatore, quest’anno non ha fatto male, non sempre che da la sua linea, ma di grandissima classe e qualità, io credo che il miglior Ilicic lo vedremo a breve.

SU KJAER
Noi abbiamo preso Kjaer da una squadra danese pagandolo una cifra importante che non fu ben interpretato, perché spendemmo 4milioni per un giovane sconosciuto, invece a Palermo ha fatto due annate straordinarie. Poi è stato ceduto, anche lì l’ho sempre seguito con simpatia, un ragazzo d’oro, quando l’ha preso la Roma ho pensato avesse fatto un buon affare. Kjaer è buono, giovane, potentissimo, poi ogni tanto come succede un po’ a tutti ha momenti di apnea, l’altro giorno ha effettuato un fallo inutile, ma in un giovane ci può stare.

SUL MERCATO
Balzaretti è un giocatore nostro, se ci dovesse chiedere di andare via lo prenderemmo in considerazione, ed è tra i giocatori più importanti che abbiamo, sia come giocatore, sia come uomo. Per la verità Hernandez è entrato in orbita Roma in estate perché Sabatini lo conosce bene e lo apprezza, e fa bene a farlo perché è giovane e di qualità, noi siamo ben lieti che sia rimasto a Palermo.

SU LAMELA
E’un giocatore che Sabatini seguiva da diverso tempo, ma per noi era complicato portarlo a casa perché costava troppi soldi. A noi hanno sempre parlato in maniera entusiasta di questo giovane, abbiamo comunque preso un argentino, Vazquez, che a gennaio arriverà a Palermo.

SULLE POLEMICHE CON DELIO ROSSI
Io conosco Delio e credo che quest’interpretazione sia stata chiarita perché non intendeva che a Palermo non c’è chi si intende di calcio. Non so cosa volesse dire, ma conoscendolo non è nel suo stile voler offendere qualcuno. E’ un grande professionista e non ha mai detto parole sgradevoli verso chiunque, mi pare abbia già smentito dicendo che sono state mal interpretate le sue parole.