Liverpool, Klopp: "Rimonta della Roma? Non siamo Chelsea o Barcellona..."

01.05.2018 19:59 di Gabriele Chiocchio Twitter:    vedi letture
Fonte: liverpoolfc.com - Premium Sport
Liverpool, Klopp: "Rimonta della Roma? Non siamo Chelsea o Barcellona..."
Vocegiallorossa.it
© foto di www.imagephotoagency.it

Jürgen Klopp fa il punto sugli infortunati del Liverpool al sito ufficiale dei Reds: "Oltre agli infortunati, solo Joe Gomez non è qui. Ha avuto un contrattempo nelle prime fasi dell'ultima partita. In qualche modo ha resistito, ma dopo la partita l'infortunio c'era ancora e l'abbiamo lasciato a casa. Dobbiamo vedere per quanto starà fuori, al momento non lo so. A parte questo, penso che siamo abbastanza completi. Siamo in 20 più tre portieri, ma ci sono molti giovani ed è con noi anche Lallana. Henderson e Alexander-Arnold hanno avuto due giorni di recupero e oggi si alleneranno normalmente. Alberto Moreno ha preso una botta, vedremo, ma sembra che oggi si possa allenare. Gli altri dovrebbero essere disponibili".

Il tecnico si è concentrato sulla partita: "La partita è simile all’andata. Vogliamo concedere gol? No! Dobbiamo stare in pista, essere freschi di testa e crearci i nostri momenti, sfruttare le chance. Dobbiamo difendere con tutto quello che abbiamo e attaccare con tutto quello che abbiamo. Dovremo essere coraggiosi, i ragazzi hanno mostrato di esserlo moto spesso in questa stagione, sono pronti per questa sfide. Tutti vogliono impressionarci, così come noi usiamo Anfield, loro useranno la loro atmosfera. Se passeremo noi, lo avremo meritato, se passeranno loro, l’avranno meritato loro. È semplice. Dobbiamo giocare il miglior calcio che possiamo e vedremo dopo la partita come sarà andata. I tifosi se lo meritano, noi tutti lo meritiamo. Abbiamo lavorato duro, è stato fantastico ma nulla è ancora accaduto. C’è una semifinale da giocare e se vinceremo vorremo vincere la finale. Abbiamo delle possibilità di farcela, ma in qualche modo abbiamo già fatto la storia, ad esempio vincendo 5-0 a Porto. Più ti avvicini all’obiettivo, più la cosa diventa eccitante, ma nulla è deciso. È una semifinale. Potevamo essere qui con una vittoria per 5-0 e le persone ci avrebbero chiesto come avremmo affrontato la sfida. Ma la Roma ci avrebbe provato comunque. Quel 5-0 era ovviamente una situazione migliore, ma anche questa è piuttosto buona. Siamo qui perché abbiamo giocato gara per gara concentrati al 100% e questo è ciò che proveremo a fare ancora. Poi vedremo cosa accadrà”.

Queste le sue parole a Premium Sport.

Di Francesco crede nella rimonta, qual è la risposta del Liverpool?
"Non siamo il Chelsea o il Barcellona, ogni gara è diversa, ogni squadra pure: non siamo già qualificati, ma non penso che ci troviamo in una situazione difficile noi. La Roma dovrà fare tre gol, ce si riuscirà avrà meritato e complimenti. Noi siamo pronti e vogliamo inseguire il sogno della finale. Loro non hanno mai subito gol in casa ma noi non abbiamo mai perso".

Che tipo di match si aspetta?
"Meritiamo di essere qui, anche la Roma ha fatto benissimo: siamo due squadre che si rispettano, ma noi abbiamo il sogno di raggiungere la finale. È difficile giocare contro di noi: dopo il 5-2 ad Anfield qualcuno era deluso come se avessimo perso, ma potevamo segnare molto di più, fare almeno sette gol. La Roma deve vincere 3-0, possibile, ma sarà molto difficile. Non vediamo l’ora di giocare. Giochiamo in un magnifico stadio e siamo qui per scrivere una nuova pagina di storia, senza pensare troppo al passato: non carichiamo oltre il necessario questo match. Contro di noi è difficile giocare e questo è bene ricordarlo. Cercheremo di sfruttare i loro errori, perché sono loro che devono vincere e correre dei rischi. Sono loro che devono segnare, quindi attaccheranno, ma se ci lasci spazio noi ti facciamo molto male".

Salah? 
"Qui è maturato, è cresciuto ed è diventato il calciatore che è: siamo fortunati ad averlo, ma non gli ho insegnato io a fare gol".