Inter, Ranocchia: "La sconfitta lascia amarezza, avevamo recuperato due volte lo svantaggio"

30.11.2014 23:44 di Claudio Lollobrigida Twitter:    vedi letture
Inter, Ranocchia: "La sconfitta lascia amarezza, avevamo recuperato due volte lo svantaggio"
Vocegiallorossa.it
© foto di www.imagephotoagency.it

Ranocchia a Sky Sport

"La sconfitta lascia amarezza, per due volte avevamo recuperato la partita e tutti sanno quanto sia difficile farlo qui contro una squadra che sta benissimo. Abbiamo fatto anche delle cose belle ma il mister è arrivato da poco, è normale che dobbiamo continuare a lavorare. C'è anche la bravura dell'avversario che incide, abbiamo cambiato modulo ed è difficile adattarsi. Cambia difendere a tre o a quattro. Abbiamo fatto pochi allenamenti, dobbiamo continuare a lavorare. Cambiano i movimenti e bisogna essere più affiatati. Abbiamo una settimana lunga e lavoreremo bene. Quando le cose non vanno bene devi lavorare di più ed è più difficile. La Juve e la Roma fanno un campionato a parte, è difficile affrontarle perché hanno tanta qualità. La cosa buona è che abbiamo ripreso due volte lo svantaggio, ci sono state cose positive e negative. Abbiamo tempo per lavorare. Non parliamo di Champions, non è nei nostri pensieri. Il campionato è lungo, può succedere di tutto. Siamo lontani dal terzo posto ma siamo a dicembre, ci sono tante partite e il mister è arrivato adesso. Dobbiamo dargli tempo".

Ranocchia a Mediaset Premium

"Sono deluso perché per due volte l'abbiamo ripresa e tutti sanno quanto è difficile farlo qui contro una Roma fortissima. Abbiamo fatto errori, me compreso, il mister è arrivato da poco e dobbiamo lavorare. Il fallo su Guarin? Mazzoleni mi ha detto che non l'ha visto e ormai è passato. Abbiamo una settimana lunga e possiamo mettere a posto delle cose. Dobbiamo lavorare tanto perché sono cambiati i meccanismi di gioco dopo anni, ma oggi ci sono state anche cose positive. La Roma ha una grande qualità a centrocampo e in attacco e quando fai qualche errore te lo fa pagare subito. Sono contento perché questa settimana avremo tanto tempo per lavorare. La classifica piange? Non dobbiamo guardare la classifica, bisogna apprendere i meccanismi del mister e pensare alla prossima partita da domani. La cosa bella del calcio è che c'è sempre una partita per rifarsi. Quest'anno sono stati fatti errori se no non saremmo così in basso. Ma i punti sono quelli e non possiamo fare niente, mancano tantissime giornate e credo che possiamo tornare in alto, è gia successo in passato e accadrà anche in futuro".

Ranocchia alla Rai

"Quando si prendono 4 gol la responsabilità è di tutti; peccato perché avevamo rimontato due reti. Dobbiamo continuare a lavorare su un altro modulo. Le mie urla? Ma devo prendere a sberle i compagni (ride, ndr)? Non è un bel gesto... Provo a guidare la difesa come meglio posso, poi capitano periodi dove tutto va bene e periodi più difficili come questo. Ma ora col mister nuovo stiamo lavorando, è difficile cambiare modulo in corsa. Ci sono state cose andate male".