Un Chi...occhio al Regolamento - Roma-Genoa 4-0

13.01.2014 11:00 di Gabriele Chiocchio  Twitter:    vedi letture
Un Chi...occhio al Regolamento - Roma-Genoa 4-0

Il team arbitrale guidato da Gian Paolo Calvarese è stato spettatore in campo della splendida vittoria della Roma per 4-0 sul Genoa, fornendo spunti per l'analisi di alcuni punti del Regolamento. Lo scopo della rubrica non è infatti quello di proporre una pura e semplice "moviola", ma di spiegare in base a quali punti del Regolamento l'arbitro prende determinate decisioni.

Al 24', Calvarese concede un calcio di punizione alla Roma. Francelino Matuzalem non è d'accordo con questa decisione e va a farlo sapere all'arbitro, che lo ammonisce per proteste, come descritto dal Regolamento:

Un calciatore che manifesta dissenso protestando (verbalmente o non) contro una decisione dell’arbitro deve essere ammonito.

(da "Il Regolamento del Giuoco del Calcio", ed. 2013, Interpretazioni delle Regole del Giuoco e Linee Guida per Arbitri alla Regola 12 "Falli e Scorrettezze")

Molti giocatori dialogano con l'arbitro per mostrare il loro dissenso verso sue decisioni e non vengono ammoniti: per consuetudine, il provvedimento disciplinare è infatti riservato ai giocatori la cui protesta verso l'arbitro è particolarmente veemente.

Al 59', Matuzalem è pronto ad essere sostituito da Cofie. Il brasiliano, uscendo dal campo, provoca il pubblico. Tale atteggiamento può essere considerato irrispettoso del gioco e quindi passibile di cartellino giallo.

Un calciatore dovrà essere ammonito per comportamento antisportivo se ad esempio:

- si comporta in maniera irrispettosa nei riguardi del gioco;

(da "Il Regolamento del Giuoco del Calcio", ed. 2013, Interpretazioni delle Regole del Giuoco e Linee Guida per Arbitri alla Regola 12 "Falli e Scorrettezze")

Calvarese esibisce fisicamente il cartellino al brasiliano dopo la sua uscita dal campo, ma rileva la sua infrazione prima che questo accada. In quell'istante, secondo Regolamento, Matuzalem è da considerarsi ancora un calciatore titolare:

- il subentrante entrerà sul terreno di gioco solo dopo che ne sia uscito il calciatore sostituito e dopo aver ricevuto l’autorizzazione da parte dell’arbitro;
- il subentrante deve entrare sul terreno di gioco in corrispondenza della linea mediana e durante un’interruzione di gioco;
- la sostituzione si concretizza nel momento in cui il subentrante entra sul terreno di gioco

(da "Il Regolamento del Giuoco del Calcio, ed. 2013, Regola 3 "Il numero dei calciatori")

Cofie, che nel frattempo era fisicamente entrato in campo, è stato rispedito in panchina da Calvarese. Non essendo stata ancora concretizzata la sostituzione al momento dell'infrazione che ha portato all'espulsione di Matuzalem, il ghanese era da considerarsi ancora un calciatore di riserva.