Roma-Torino - Un Chi...occhio al Regolamento

09.11.2014 20:45 di Gabriele Chiocchio Twitter:    vedi letture
Roma-Torino - Un Chi...occhio al Regolamento
Vocegiallorossa.it
© foto di Federico Gaetano

Torna con una veste rinnovata la rubrica di Vocegiallorossa.it in cui si cerca di far chiarezza sulle decisioni dell'arbitro attraverso la lettura del regolamento. Oggi verranno analizzati LIVE gli episodi più importanti o particolari di Roma-Torino.

SECONDO TEMPO

58' - Alessandro Gazzi viene ammonito per un fallo commesso in precedenza su Totti, per cui era stato concesso il vantaggio.

La decisione di punire l’infrazione originaria deve essere presa entro pochi secondi. Se l’infrazione è meritevole di ammonizione, il cartellino verrà mostrato alla prima interruzione del gioco. Tuttavia, a meno che non ci sia un vantaggio evidente, si raccomanda all’arbitro di interrompere il gioco e ammonire immediatamente il calciatore. Se l’ammonizione NON viene notificata alla prima interruzione, essa NON potrà essere notificata in seguito.

(Interpretazioni delle regole del gioco e linee guida per arbitri alla Regola 5 - L’arbitro)

 

PRIMO TEMPO

38' - Lancio verticale per El Kaddouri, che è in posizione di fuorigioco. La bandierina si alza solamente quando il numero 7 tocca il pallone, vale a dire interviene nel gioco.

“intervenire nel gioco” significa giocare o toccare il pallone passato toccato da un compagno

(Regola 11 - Il fuorigioco)

22' - Quagliarella stende Totti commettendo un cosiddetto fallo tattico, che il regolamento codifica come comportamento antisportivo. Giallo per lo stabiese.

Un calciatore dovrà essere ammonito per comportamento antisportivo se ad esempio:
(...)
commette un fallo con il fine tattico di interferire o di interrompere una promettente azione d’attacco;

(Interpretazioni delle regole del gioco e linee guida per arbitri alla Regola 12 - Falli e scorrettezze)

10' - Fallo di Totti su Perez e giallo per il 10 giallorosso. Il contatto falloso è stato considerato imprudente.

“Imprudenza” significa che il calciatore ha agito con totale noncuranza del pericolo o delle conseguenze per l’avversario.
• Un calciatore che gioca in una maniera imprudente deve essere ammonito.

(Regola 12 - Falli e Scorrettezze)