Roma-Manchester City - I duelli del match

10.12.2014 16:00 di Yuri Dell'Aquila Twitter:    vedi letture
Roma-Manchester City - I duelli del match
Vocegiallorossa.it
© foto di Federico Gaetano

Dopo il deludente pareggio interno per 2-2 ottenuto contro il Sassuolo, la Roma di Rudi Garcia scende in campo allo Stadio Olimpico nell'ultimo e decisivo match della fase a gironi di Champions League contro i campioni d'Inghilterra uscenti del Manchester City. 

VoceGiallorossa.it vi propone come di consueto i duelli che decideranno il match.

MANOLAS/ASTORI-DZEKO - Con l'infortunio che terrà fermo almeno per un mese la stella argentina del Manchester City, Sergio Aguero, spetterà a Edin Dzeko, compagno di squadra di Pjanic nella nazionale bosniaca, il compito di tenere le redini dell'attacco. Il calciatore classe '86 in questa stagione non è ancora riuscito ad andare a segno nella massima competizione continentale, a fronte dei suoi 226 minuti giocati nell'arco di quattro partite. A fronteggiarlo, la coppia formata da Kostas Manolas e Davide Astori, con quest'ultimo al rientro dopo il turno di riposo concessogli da Garcia nell'ultimo turno. Il greco, proprio nella scorsa gara, ha sbandato pericolosamente di fronte alle offensive del non irresistibile Sassuolo, per cui è chiamato al pronto riscatto già a partire da domani sera, in un duello che si preannuncia molto fisico con l'attaccante avversario.

NAINGGOLAN-JOVETIC - Il centrocampista belga è di gran lunga il calciatore più in forma al momento nella compagine allenata da Rudi Garcia. La sua immensa fisicità lo porta a correre su ogni pallone, recuperandone vagonate ogni partita, soprattutto con il suo oramai celebre arpione in scivolata. Il dinamismo di Nainggolan sarà fondamentale negli equilibri del match per creare superiorità numerica a centrocampo e innescare così le frecce giallorosse. In fase difensiva attenzione a Stevan Jovetic, che con ogni probabilità agirà sulla trequarti d'attacco dei Citizens cercando di dare meno punti di riferimento possibili ai calciatori giallorossi. Sarà importante non perdere mai di vista il montenegrino, aggredendolo non appena si trovi in possesso di palla.

TOTTI-KOMPANY - Capitano contro Capitano. Per quello giallorosso oramai parlano i numeri: giocatore più anziano nella storia della Champions League ad andare a bersaglio, record stabilito proprio nella gara di andata contro gli inglesi e ritoccato nell'ultimo match contro il Cska Mosca. Il numero 10 vuole guidare i suoi uomini nell'impresa di passare il girone di ferro e accedere così agli ottavi di finale, per farlo dovrà superare la resistenza di Vincent Kompany, 260 presenze con il Manchester City, che nonostante una non perfetta condizione fisica sarà un avversario durissimo da battere.