Pallotta promette rinforzi in difesa: quali i casi spinosi della retroguardia?

24.02.2016 14:14 di Claudio Lollobrigida Twitter:    vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Claudio Lollobrigida
Pallotta promette rinforzi in difesa: quali i casi spinosi della retroguardia?
Vocegiallorossa.it
© foto di Federico Gaetano

"Dobbiamo rinforzare la difesa e punteremo in particolare su quel reparto. Ma non per carenze dell’organico attuale: per i contratti di prestito di chi è arrivato e per gli infortuni che abbiamo avuto". Queste parole, che arrivano direttamente dal presidente della Roma James Pallotta, fanno capire che buona parte delle risorse disponibili per il prossimo mercato saranno impiegate per rinforzare la retroguardia di Spalletti. Ma quali sono, nello specifico, i casi spinosi che andranno affrontati a giugno?

DIGNE - Voluto fortemente da Rudi Garcia, il terzino arriva in prestito dal PSG in chiusura di mercato estivo: buono il livello di prestazioni col connazionale in panchina, ancora da decifrare la considerazione di Spalletti. Alto il prezzo richiesto dal club parigino per lasciarlo a Trigoria, circa 20 milioni. Un esborso che la Roma affronterà?

RÜDIGER - Anche il tedesco, colpo firmato Sabatini, sbarca nella Capitale ad agosto: 4 milioni versati subito nelle casse dello Stoccarda, un assegno di altri 9 da staccare in caso di riscatto, non obbligatorio. L'inizio è stato costellato da qualche difficoltà, anche normali per un ragazzo così giovane in un campionato nuovo; con Spalletti il suo rendimento sta crescendo notevolmente anche se, a livello tecnico, qualche lacuna viene ancora palesata. Anche qui, il parere del tecnico sarà probabilmente fondamentale: un investimento economicamente importante per provare a lavorare su un diamante grezzo. Sfida accettata?

FLORENZI - La questione riguardante il numero 24 è di carattere puramente tecnico: la lenta metamorfosi verso il ruolo da terzino si è sostanzialmente azzerata con l'arrivo di Spalletti, che lo ha immediatamente riportato in zone del campo più avanzate, fatta eccezione per la sfida Champions con il Real Madrid. Il suo futuro non pare dunque essere in quel ruolo, il che, sommato al futuro incerto di Maicon e Torosidis, costringerà la società a fare degli investimenti in questo ruolo.