La top 11 degli acquisti di Petrachi in carriera

05.06.2019 22:00 di Jacopo Simonelli Twitter:    Vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Jacopo Simonelli
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
La top 11 degli acquisti di Petrachi in carriera

Non solo l'allenatore: la Roma ripartirà anche da un nuovo DS. Gianluca Petrachi prenderà il posto di Massara e inizierà a costruire la nuova creatura giallorossa, cercando di mettere la nuova guida tecnica (si legge Fonseca) nelle migliori condizioni. Le premesse sono buone, lo dimostrano le scommesse vinte con il Torino dal 2009 a oggi. Talenti, giocatori da rilanciare e plusvalenze: è questo il suo terreno preferito. Andiamo allora a scoprire la top 11 dei migliori acquisti fatti da Petrachi in carriera.

SALVATORE SIRIGU - Ha avuto il miglior rendimento dell'ultimo campionato e pensare che è stato acquistato a zero la scorsa estate. Veniva da una mediocre stagione all'Osasuna, Petrachi però ha deciso di puntarci sopra. Oggi Sirigu è tornato in Nazionale. 

DANILO D'AMBROSIO - L'attuale terzino dell'Inter è stato acquistato da Petrachi nel gennaio 2010, per 500 mila euro. Giocava nella Juve Stabia, in Serie C, arrivò in comproprietà: in 6 mesi il classe '88 si guadagna la conferma in granata, diventando fondamentale sia per la promozione che per la salvezza in Serie A. Viene ceduto a poco più di 1 milione e la metà del cartellino di Benassi solo per evitare di perderlo a zero.

KAMIL GLIK - Acquistato nell'estate 2011 dal Palermo per appena 300 mila euro, è diventato il leader della difesa granata. Il top nel 2014/2015: 8 gol stagionali. Il Monaco ha investito ben 11 milioni di euro pur di prenderlo.

NIKOLA MAKSIMOVIC - Altra super plusvalenza centrata da Petrachi: acquistato nel 2013 dall'Apollon Limassol (che lo aveva appena preso dalla Stella Rossa) per meno di 3 milioni, viene venduto al Napoli nel 2016 per 26. 

BRUNO PERES - Il brasiliano è in prestito al San Paolo ma è ancora di proprietà della Roma. Portato a Torino da Petrachi nel settembre 2014, in cambio di 2 milioni al Santos, regala spettacolo nel biennio sotto la Mole (il suo gol nel derby contro la Juventus è ancora ben impresso nella mente di tutti). Così viene acquistato dalla Roma, per una cifra vicina ai 15 milioni di euro. In giallorosso non si è ripetuto ma questa non è certo colpa di Petrachi.

MARCO BENASSI - Passa al Torino nell'affare D'Ambrosio con l'Inter. I granata lo riscattano pagando 3.5 milioni e vengono ripagati da 11 gol in tre anni. Nell'agosto 2017 passa alla Fiorentina in cambio di 10 milioni più 3 di bonus.

BLERIM DZEMAILI - Petrachi lo porta a Torino nell'estate 2008, acquistandolo dal Bolton per 2 milioni di euro (nonostante gli inglesi lo avessero appena preso dallo Zurigo). L'impatto con la Serie A è ottimo, nonostante la retrocessione: così a fine stagione il Parma investe su di lui 7 milioni.

CRISTIAN ANSALDI - Petrachi lo prende dall'Inter in prestito con obbligo di riscatto, esercitato poi a 4 milioni di euro dopo 40 presenze in due anni. In granata trova continuità di rendimento, dimentica gli infortuni e segna anche.

MATTEO DARMIAN - Il difensore del Manchester United è stato portato a Torino da Petrachi nell'agosto 2011. Aveva assaggiato il primo vero campionato di Serie A a Palermo, non aveva una figura di primo piano. In Piemonte invece conquista subito la promozione e nel triennio granata diventa uno dei terzini più ambiti nel panorama internazionale. Così nell'estate del 2015 viene acquistato dai Red Devils per 18 milioni di euro più 2 di bonus (era stato pagato 1.5 milioni).

ANDREA BELOTTI - L'attuale capitano del Toro arriva dopo 6 gol al Palermo nella sua prima esperienza in A. Petrachi investe su di lui 7.5 milioni: 70 gol dopo, il Gallo vale almeno 40 milioni in più.

CIRO IMMOBILE - L'attaccante della Lazio è arrivato a Torino nell'estate 2013, acquistato da Petrachi dalla Juventus. Veniva da un'annata storta a Genova, così il futuro DS della Roma decise di prenderlo in comproprietà dai bianconeri. Scommessa vinta, visto che Immobile segna 22 gol e si laurea capocannoniere. Il Borussia Dortmund lo ha pagato quasi 20 milioni.

Questa la top 11 (3-5-2): Sirigu; D'Ambrosio, Glik, Maksimovic; Bruno Peres, Benassi, Dzemaili, Ansaldi, Darmian; Belotti, Immobile