La Roma batte per 0-5 l'Orlando City: in evidenza Lamela e Florenzi

03.01.2013 06:00 di Yuri Dell'Aquila   vedi letture
La Roma batte per 0-5 l'Orlando City: in evidenza Lamela e Florenzi
Vocegiallorossa.it
© foto di Federico Gaetano

La Roma chiude la sua tournée americana battendo con il punteggio di 0-5 gli americani dell'Orlando City, grazie alle reti maturate nel primo tempo di Lamela, che timbra due volte il cartellino, Pjanic e Destro, oltre a quella nella seconda frazione realizzata da Florenzi.

PRIMO TEMPO
I giallorossi scendono in campo con Stekelenburg fra i pali, quartetto difensivo composto da Piris, Burdisso, Castan e Dodò, Bradley-De Rossi- Florenzi a centrocampo e tridente d'attacco formato da Pjanic, Destro e Lamela. Proprio l'argentino dimostra subito di avere energie da vendere e alla prima occasione, dopo appena un minuto, sigla il vantaggio romanista sfruttando un letale contropiede condotto da Destro e rifinito da Pjanic. Il dislivello tecnico tra le squadre è nettissimo e dopo appena dieci minuti ancora il numero 8 va in rete, servito a meraviglia da Florenzi. E' 0-2 al 12'. L'incontro si sposta sul piano fisico, dal momento che gli statunitensi hanno voglia di fare bella figura davanti al proprio pubblico e si rendono protagonisti di alcuni interventi piuttosto duri, scaldando gli animi. I giallorossi tuttavia non si lasciano intimorire e alla mezz'ora segnano lo 0-3 con una conclusione dalla distanza di Pjanic. Poco dopo proprio Lamela commette un brutto fallo su Boden e viene sostituito da Lucca, evitando così un'evitabile espulsione in una gara amichevole poco prima che Destro, con un pregevole pallonetto, fissi il punteggio del primo tempo sullo 0-4.

SECONDO TEMPO
Nella seconda frazione il tecnico boemo rivoluziona l'undici in campo, inserendo dal primo minuto Lobont, Balzaretti, Tachtsidis, Perrotta e Romagnoli al posto di Stekelenburg, Piris, De Rossi, Bradley e Burdisso, gestendo poi fino al 90' tutti i cambi a propria disposizione. La Roma pensa a dosare le energie e lo spettacolo in campo ne risente, con l'unico sussulto regalato alla platea da Florenzi, che libera il suo destro per trafiggere l'estremo difensore avversario per la quinta volta. Dopo il primo tiro in porta effettuato dai padroni di casa intorno alla metà del secondo tempo, il pubblico presente sugli spalti tributa un'ovazione all'ingresso in campo di Francesco Totti, il quale subentra a Destro ad un quarto d'ora dalla fine, dimostrando di aver smaltito i problemi fisici accusati in settimana. In chiusura di match, Lobont nega la gioia del gol della bandiera prima a Mechack e poi a Ceissere, sigillando la porta giallorossa e permettendo alla propria squadra di chiudere l'incontro sullo 0-5.