La cura De Rossi per Paredes: l'argentino esaltato dal suo hermano

21.02.2024 22:20 di Marco Campanella Twitter:    vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Marco Campanella
La cura De Rossi per Paredes: l'argentino esaltato dal suo hermano
Vocegiallorossa.it
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport

Dal primo giorno da allenatore della Roma, l'obiettivo primario per Daniele De Rossi è stato quello di ridare la giusta consapevolezza dei propri mezzi a una squadra in sfiducia. Dopo quattro vittorie, un pareggio e una sconfitta contro la capolista Inter, si può iniziare a intravedere la mano del tecnico romano e romanista in base al rendimento dei singoli in netta crescita. Sugli scudi c'è senza dubbio Leandro Paredes, che nelle ultime partite si sta dimostrando come il reale perno del gioco della Roma, come quasi mai fatto sotto la guida di José Mourinho. Con De Rossi in panchina, infatti, l'ex Boca Juniors ha fornito ottime prestazioni, condite da un gol e un assist. Vediamo nel dettaglio, qual è stata la possibile svolta della stagione di Leandro Paredes. 

STILE DI GIOCO - Daniele De Rossi non ha mai nascosto di ispirarsi al modo di giocare proposto da Luciano Spalletti e Luis Enrique. Il tecnico, infatti, propone un calcio molto incentrato su un palleggio ad alta velocità e con pochi lanci lunghi in avanti: questo è senza dubbio congeniale alle caratteristiche di un mediano dai piedi buoni come Paredes. Il campione del Mondo può contare su un'ottima visione di gioco e avere una squadra attorno in continuo movimento lo mette in condizione di poter inventare, cercando il varco giusto per mandare un compagno in porta. Con queste premesse, è facilmente intuibile come il gioco molto statico e poco spumeggiante di José Mourinho non esaltava le caratteristiche di Paredes, costretto spesso a tentare il lancio lungo verso Romelu Lukaku o il cambio di gioco. 

L'AMICIZIA TRA DE ROSSI E PAREDES - Oltre al fattore strettamente tecnico, va considerato anche il forte e duraturo legame tra De Rossi e Paredes. I due hanno stretto un'amicizia che va al di là del calcio sin dai tempi in cui entrambi lottavano per la Roma in mezzo al campo: sono numerose le foto che li ritraggono guardare una partita del Boca Juniors. Proprio lo storico club di Buenos Aires li unisce, dato che proprio Paredes ha inculcato la passione per il gialloblù a De Rossi, tanto da convincerlo a concludere la carriera da calciatore alla Bombonera. Oltre alle molteplici dichiarazioni pubbliche d'affetto e stima tra i due, un ulteriore gesto esemplificativo per spiegare il rapporto tra il tecnico e il mediano è sicuramente il passaggio di consegna della maglia giallorossa numero 16. Anche il rapporto umano con il proprio allenatore spinge un calciatore a dare quel qualcosa in più che può fare la differenza, specialmente se nelle vene si ha la sangre de la Boca

ROMA (4-3-3): Svilar; Karsdorp, Mancini, Llorente, Spinazzola; Cristante, Paredes, Pellegrini; Dybala, Lukaku, El Shaarawy.
A disp.: Rui Patricio, Ndicka, Smalling, Celik, Angelino, Renato Sanches, Aouar, Baldanzi, Azmoun.
All.: De Rossi.
Ballottaggi: Spinazzola/Angelino, El Shaarawy/Zalewski.
In dubbio: - 
Diffidati: Cristante
Squalificati: Bove
Infortunati: Abraham (rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro).