Alberto De Rossi confermato in Primavera... aspettando Daniele

La Roma conferma Alberto De Rossi sulla panchina della Primavera giallorossa. Daniele studia da allenatore per raccogliere il testione dal padre
26.04.2020 08:50 di Alessandro Paoli Twitter:    Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Alberto De Rossi confermato in Primavera... aspettando Daniele

In seguito alla definitiva sospensione dei Campionati Giovanili e dell'Attività di Base causata dall'emergenza epidemiologica legata al COVID-19, come recita il Comunicato Ufficiale n° 187/A del 16 aprile, la Roma ha iniziato a pensare e delineare il futuro del suo vivaio.

Il nodo da sciogliere, se così vogliamo definirlo, era rappresentato dall'allenatore della Primavera (categoria momentaneamente sospesa come recitano il Comunicato Ufficiale n. 213 del 9 marzo ed il Comunicato Ufficiale n. 220 del 19 marzo relativamente al Campionato Primavera 1 TIM Trofeo "Giacinto Facchetti" ed alla Primavera TIM Cup).
Alberto De Rossi, dopo sedici anni e sette trofei conquistati in categoria (3 Scudetti - 2004/2005, 2010/2011 e 2015/2016 - 2 Coppe Italia - 2011/2012 e 2016/2017 - e 2 Supercoppe - 2012 e 2016), sembrava sul punto di lasciare il testimone al figlio Daniele, reduce dalla non brillantissima esperienza argentina al Boca Juniors (7 presenze, 432 minuti giocati ed 1 rete) prima del definitivo ritiro dal calcio giocato annunciato lo scorso 6 gennaio, per assumere un incarico dirigenziale (avrebbe coadiuvato Morgan De Sanctis, con il quale insieme a Bruno Conti ha svolto il corso da Responsabile del Settore Giovanile dal 18 novembre al 2 dicembre 2019 presso il Centro Tecnico Federale di Coverciano, ricoprendo il ruolo di Responsabile dell'Area Tecnica relativamente a Primavera, Under 18 e Under 17) rinnovando il suo contratto con la Roma in scadenza il prossimo 30 giugno.

Questo scenario, però, non è al momento realizzabile in quanto Daniele De Rossi non è in possesso del patentino di Allenatore Professionista di 1ª Categoria UEFA A (abilitazione che consente di poter allenare tutte le formazioni maschili fino alla Serie C, tutte le giovanili, Primavera e Berretti comprese, tutte le formazioni femminili fino alla Serie A e di essere tesserati come Allenatori in Seconda nei massimi campionati maschili, vale a dire Serie A e Serie B). L'ex capitano giallorosso, che non risultava iscritto ad alcun corso da allenatore prima della sospensione dei corsi a Coverciano, è probabilmente in attesa che, alla ripresa dei corsi, sia indetto un corso speciale riservato ad ex calciatori professionisti (come, ad esempio, lo "Speciale combinato UEFA B/UEFA A" a cui partecipò, da giugno a luglio 2018, un'altro ex giallorosso: Gabriel Omar Batistuta) altrimenti, nonostante il suo status di Campione del Mondo 2006, sarà "costretto" a seguire il normale iter (Licenza D, UEFA C, UEFA B, UEFA A, UEFA Pro). Nel primo caso sarebbero necessarie da alcune settimane ad un paio di mesi, nel secondo qualche anno.

Per questa ragione, e per quanto fatto nei suoi ventisette anni di militanza nel Settore Giovanile giallorosso (iniziò nel 1993 con i Pulcini classe '84), la società ha deciso di confermare Alberto De Rossi sulla panchina della Roma Primavera per la diciassettesima stagione consecutiva (il rinnovo di contratto è una mera formalità) in attesa, quando sarà possibile, di sancire ufficialmente il passaggio di consegne tra padre e figlio.