10 cose da sapere su Pau Lopez

11.07.2019 15:55 di Simone Valdarchi Twitter:    Vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Simone Valdarchi
10 cose da sapere su Pau Lopez

Pau López è arrivato a Roma e ha già sostenuto le visite mediche con i giallorossi. Arrivata l'ufficialità, il classe '94 è il terzo acquisto del nuovo ds Gianluca Petrachi. Scopriamo insieme chi è lo spagnolo atterrato qualche giorno fa a Fiumicino, attraverso dichiarazioni, caratteristiche e aneddoti. Ecco 10 cose da sapere su Pau López:

1 - Pau López Sabata nasce a Girona il 13 dicembre 1994, ma cresce nel municipio di Sant Aniol de Finestres, in Catalogna. Muove i suoi primi passi nel mondo del calcio nelle giovanili del Girona FC. Nonostante l'altezza (189 cm), pesa soltanto 77 kg, per un fisico longilineo e agile.

2 - Nonostante la giovane età – 25 anni da compiere il prossimo dicembre – è sposato da due anni con Andrea Gálvez, sua coetanea. Dal loro matrimonio è nata Mia, nel gennaio del 2018.

3 - Fa il suo esordio tra i professionisti nell'Espanyol B, nella stagione 2013/14, dopo aver giocato anche alcuni anni nelle giovanili del club di Barcellona. Nei due anni successivi sale in prima squadra, prima di essere ceduto in prestito al Tottenham. Agli Spurs però trova spazio solamente nell'U23 e torna in patria nell'estate del 2017. Gioca da titolare nell'Espanyol, ma non si accorda con la società per il rinnovo del contratto e si libera a parametro zero, approdando così nel Betis, club con il quale la Roma ha trattato per averlo nella Capitale.

4 - Prototipo del portiere moderno, abile tra i pali e intraprendente con i piedi. Reattivo nelle uscite basse, deve migliorare in quelle alte. Nel Betis di Quique Setién era lui ad impostare il gioco, motivo per il quale Paulo Fonseca lo ha voluto nella sua Roma. Pau López nello scorso campionato ha realizzato 20,9 passaggi corti di media a partita, primo in questa speciale classifica nell'intero campionato spagnolo.

5 - Ha collezionato 155 presenze nei vari campionati in cui ha militato, per un totale di 13805 minuti giocati. Le sue squadre, con lui in campo, hanno subito 207 gol (dato condizionato dal basso valore delle compagini in cui ha militato). Infine, sono 46 i clean sheet in carriera.

6 - Vanta 5 presenze nella Spagna Under 21, con la quale ha vinto anche un argento agli Europei di Polonia nel 2017. Per quanto riguarda la Selección, ha esordito il 18 novembre 2018 in un'amichevole contro la Bosnia terminata 1-0 per le Furie Rosse. Quella rimane l'unica apparizione per il momento. A schierarlo dal primo minuto fu Luis Enrique, ex allenatore della Roma, che di lui ha detto: "Conosco molto bene Pau per il suo percorso all’Espanyol. Ha una forte personalità. Ha la gioventù ed il potenziale per crescere ulteriormente".

7 - Se dovessero essere confermate le cifre, Pau López si trasferirà in giallorosso per una cifra che si aggira intorno ai 29 milioni di euro (considerando anche la rinuncia da parte della Roma alla percentuale sulla futura rivendita di Sanabria). Questo farebbe di lui il nono portiere più pagato della storia del calcio, primo in quella romanista. Lo spagnolo toglierebbe questo record a Ivan Pelizzoli, pagato dalla Roma 27 miliardi di lire nell'estate del 2001.

8 - In molti hanno parlato di un calciatore carismatico, in grado di accendere il pubblico, ma anche di esagerare in alcune reazioni. Nonostante questo aspetto del suo carattere, Pau López non è mai stato espulso nella sua carriera, ricevendo in totale 15 ammonizioni. Nella scorsa stagione, durante il derby contro il Siviglia, fu protagonista di uno scontro con Roque Mesa. L'arbitro decise di espellere il centrocampista, a voi giudicare la sua scelta. VIDEO.

9 - Come detto in precedenza, il gioco di Quique Setién, allenatore nella scorsa stagione del Betis, esaltava le qualità di palleggio del portiere classe '94, mettendolo al centro dell'impostazione. Nonostante il gioco spregiudicato del tecnico esponesse Pau a diversi pericoli, l'estremo difensore ha sempre apprezzato Setién, al punto di dichiarare nello scorso novembre: "Andrei alla morte con Quique Setién". L'augurio dei romanisti è che Paulo Fonseca riesca ad essere gradito a Pau López come il suo collega spagnolo.

10 - L'Italia nel destino. Anche la scorsa estate Pau López fu vicino ad approdare in Serie A. Su di lui, infatti, c'era l'interesse di Juventus e Napoli, pronte ad acquistarlo a parametro zero (come testimoniato da questo articolo de Il Mattino). Alla fine la spuntò il Betis e oggi Pau è pronto a difendere la porta romanista.