Pistocchi: "C'è della malafede precostituita nei confronti di Mourinho"

25.11.2021 04:00 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    vedi letture
Pistocchi: "C'è della malafede precostituita nei confronti di Mourinho"
Vocegiallorossa.it

Il giornalista Maurizio Pistocchi è stato intervistato da Centro Suono Sport all'interno della trasmissione "Parametri Zero". Queste le sue dichiarazioni:

Per lei Mourinho è un bollito?
"Come d'abitudine in questo paese siccome qualche giornalista non è in grado di giudicare le partite vede solo il risultato e non si basa sui 90 minuti. Nella Roma ho visto il tentativo di Mourinho di cambiare qualcosa e forse ci sta riuscendo con la difesa a 3. Le indicazioni che abbiamo avuto da queste ultime partite sono quelle di una squadra che si sta costruendo. Questo accanimento mi puzza molto per via delle polemiche avute in passato con la stampa. Arbitri e media non perdonano. Mi sembra ci sia della malafede precostituita nei suoi confronti. Ci vorrebbe più rispetto. Magari ha bisogno di aggiornare certe sue idee questo è vero. Non mi sembra però uno che non si aggiorna dato che ha cambiato modulo. I bolliti sono quelli che non cambiano mai le proprie idee".

Anche negli errori degli arbitri ci vede un pò di malafede?
"Ci vedo un atteggiamento di non simpatia, poi magari mi sbaglio ma ho avuto questa impressione. Alla Roma sono stati negati degli episodi parecchio evidenti che sono sotto gli occhi di tutti".

Con questi giocatori qui la Roma sembra più equilibrata con la difesa a 3. Lei pensa sia un bluff il volere di Mourinho di tornare alla difesa a 4?
"Si forse manca un difensore che guida il gioco. Il gol preso da Okereke non si può prendere. Anche a me questo sistema di gioco piace e convince. La Roma potrebbe mettere Pellegrini e Zaniolo dietro a Abraham e ti diverti anche con il 4-3-2-1. Bisogna però fidarsi di Mourinho che ha sempre ottenuto risultati quindi se avrà tempo di allenare la Roma si potrà levare  tante soddisfazioni".

La Roma è tra le concorrenti per il quarto posto?
"Secondo me ci sono squadre più attrezzate per quest'anno. Dipenderà tutto da quello che succederà a gennaio. A me la Roma sembra in crescita. Ora c'è subito una partita complicata contro il Torino però la Roma è avviata verso un percorso logico positivo, sta evolvendo piano piano nel suo gioco. E poi quando vedi un ragazzino debuttare così è sempre bello, il talento si vedrà subito, sbaglierà tanto ma è giusto così, bisogna farlo crescere".

Quali sono gli allenatori che stanno deludendo? 
"La proposta di calcio di Allegri non è adeguata alla sua squadra. È troppo difensivo, con poca organizzazione. È una squadra che sembra che giochi individualmente con i singoli. Non c'è lavoro, non c'è un identità tattica".

Chi lo vince questo campionato? 
"Il Napoli perde tre giocatori a gennaio importantissimi. Il Milan lo vedo bene perché è un grande club, l'Inter ha una rosa importante in tutti i settori, ha accorciato sulle prime due. Sono queste le mie candidate".