Mourinho: "Porto-Roma? I giallorossi devono segnare se vogliono passare il turno. La prima Roma di Spalletti era molto forte"

20.02.2019 15:15 di Simone Valdarchi Twitter:    vedi letture
Mourinho: "Porto-Roma? I giallorossi devono segnare se vogliono passare il turno. La prima Roma di Spalletti era molto forte"
Vocegiallorossa.it
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

José Mourinho è intervenuto ai microfoni dell'emittente radiofonica TeleRadioStereo. Queste le parole dell'ex tecnico tra le altre di Inter, Porto e  Manchester United:

Ha incrociato spesso la Roma di Marco Cassetti (l'ex terzino è presente in studio al momento dell'intervista, ndr).
"Tanto rispetto per la vostra squadra perché era forte. È stato molto difficile battere quella Roma, era forte ed è stata molto vicina allo scudetto. Era una lotta bellissima e difficile. Anche la finale di Coppa, la Roma era veramente forte. Ho parlato con Vucinic e mi ha detto che ci odiava da morire perché eravate forti ma non siete riusciti a vincere perché noi siamo stati bravissimi".

La Juventus è la favorita in questa Champions League?
“Credo che possano vincere la Champions, hanno la qualità l'esperienza e un giocatore decisivo come Ronaldo e tanta voglia di vincere ma non sarebbe una sorpresa tremenda se uscisse adesso perché hanno trovato una squadra con tanta ambizione. L'Atletico Madrid ha fatto un investimento importante per poter giocare la finale nel suo stadio e anche se non mi sembra stiano giocando benissimo sappiamo come pensa Simeone. Ha attaccanti bravi che possono fare la differenza e per questa ragione credo che la Juve possa vincere la Champions come non arrivare ai quarti di finale".

Che idea si è fatto di questa Serie A?
"Credo che la situazione non sia facile perché l'ambizione di vincere lo scudetto o almeno essere più vicini alla Juve non c'è più. La Roma ha iniziato bene in Champions poi ha trovato difficoltà in campionato e sappiamo come è andata a finire in Coppa Italia. Ma è possibile che ora la Roma trovi equilibrio e finisca la stagione tra le prime quattro, vedo Ancelotti molto solido al secondo posto e l'Europa League è importante se non puoi giocare la Champions. Questa è stata una mia battaglia anche al Manchester United, quando sei una squadra da Champions e giochi l'Europa League devi vincere l'Europa League".

Porto-Roma?
"Il gol del Porto è stato fondamentale. È una squadra che ha l'esperienza di Coinceicao in Italia, è una squadra tattica, chiusa e tosta. Non è facile da battere e ha una buona mentalità. Il risultato dell'andata lascia tutto aperto, il Porto in casa di solito è forte, lo stadio è bello con una bellissima atmosfera. Non vedo la Roma troppo solida a livello difensiva, non credo sia in grado di pareggiare 0-0, sarà importantissimo segnare. Vedo una partita molto equilibrata ma non da 0-0".

Quello tra Roma e Inter è stato un duello vero.
"Sì è vero, tra qualche anno avremo una Roma, un Inter e un Milan al top e il campionato sarà molto più bello".