Maldera: "Una bella festa, Agostino lo meritava"

24.02.2012 17:40 di Luca Bartolucci   vedi letture
Fonte: Radio IES
Maldera: "Una bella festa, Agostino lo meritava"
Vocegiallorossa.it
© foto di Andrea Pasquinucci

Aldo Maldera,terzino della Roma dello scudetto '83, è intervenuto su Radio IES per commentare la giornata dedicata all'inaugurazione del campo  Agostino Di Bartolomei a Trigoria. Ecco le parole del terzino:

Che effetto ti fa questo evento?
"Penso sia stata una bella festa e mi sono emozionato molto. Agostino lo meritava, ho avuto modo di conscerlo bene e se l'è meritato".

Agostino ha rappresentato ciò che significa essere capitano?
"Sì, Agostino era eccezionale, un grande giocatore che ne capiva di calcio. Un capitano da prendere come esempio, non l'ho mai visto saltare un allenamento".

Pensi che sia stata apprezzato meno rispetto al suo grande valore?
"E' vero che parlava poco ma sapeva dire delle cose giuste; io all'epoca avevo 30 anni ma lui è sempre stato molto disponibile con me che arrivavo da un mondo diverso come quello di Milano. Il capitano qua a Roma è un punto di riferimento".

Tancredi ha detto che rivede qualcosa di Agostino in De Rossi.
"Ho allenato De Rossi nella Primavera e ho giocato con Agostino, devo dire che sono un po' diversi. Per il calcio di adesso De Rossi è più completo, è uno dei migliori centrocampisti al mondo. Agostino invece aveva, forse, maggior classe e un gran bel tiro".

Che idea ti stai facendo della nuova Roma?
"Vedo che la squadra ha cambiato gioco e ho sentito parlare bene di Luis Enrique un po' da tutti. Mi sembra che nelle ultime partite la Roma sia stata più equilibrata, non scordiamoci poi che ci sono grandissimi giocatori".