Giuliano Kumbulla: "Mio fratello e la Roma saranno accolti col tappeto rosso"

24.05.2022 10:21 di Redazione Vocegiallorossa Twitter:    vedi letture
Giuliano Kumbulla: "Mio fratello e la Roma saranno accolti col tappeto rosso"
Vocegiallorossa.it
© foto di Image Sport

Giuliano Kumbulla, fratello del difensore giallorosso, è intervenuto ai microfoni di Centro Suono Sport 101.5, durante la trasmissione Borderò. Queste le sue parole:

Che atmosfera si respira in famiglia?
"C’è tensione in casa Kumbulla, ma è uno stress che fa bene (ride n.d.r.)".

Che ambiente ci sarà a Tirana?
"Sarà infuocato, arrivano due tifoserie belle calde. A Tirana tutti tiferanno la Roma sia per Marash e sia anche perché la maggior parte degli albanesi è legata all’Italia".

Ci sono state tante polemiche intorno alla scelta di questo stadio. Che cosa ne pensa?
"Dal mio punto di vista è un motivo di lustro e di prestigio per il paese intero. Per i tifosi della Roma non sarebbe bastato neanche uno stadio da 70000 posti. La Uefa ha voluto dare notorietà all’Albania e non mi sento di criticare la scelta".

Marash le ha mai parlato della finale sin da agosto?
"L’obiettivo è sempre stato arrivarci. Rappresenta la nazionale e lui e la Roma saranno accolti con il tappeto rosso".

Com’è il vostro rapporto nel parlare di calcio?
"I calciatori non vanno tanto d’accordo con gli arbitri (ride n.d.r.). Parliamo molto di calcio, mi sono posto un obiettivo di far aprire loro un po’ la mente e di come rapportarsi con il direttore di gara".

Le chiede qualcosa sul regolamento?
"Sì ma sono più io che lo stuzzico".

Com’è Marash fuori dal campo?
"È molto pacato e tranquillo. Non gli piace uscire e preferisce stare a casa con la famiglia".

Che idea si è fatto dell’arbitro della finale? "Mi piace tantissimo ma a quel livello è difficile dare giudizi. Gli faccio un grande in bocca al lupo".