Garzya: "Il limite di Mourinho è quello di svalutare i giocatori". AUDIO!

06.12.2022 22:17 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    vedi letture
Garzya: "Il limite di Mourinho è quello di svalutare i giocatori". AUDIO!
Vocegiallorossa.it

Piazza Affari con Cristiano Cesarini e Lucio Marinucci - Ospite: Luigi Garzya

L’ex calciatore Luigi Garzya è intervenuto ai microfoni di TMW Radio, durante la trasmissione Piazza Affari, per commentare alcune situazioni riguardanti la Roma e non solo.

Cosa serve alla Roma sul mercato oltre a Solbakken?
“Mancano almeno un paio giocatori che devono fare la differenza. Ad ora il divario con le grandi è quello di non avere giocatori così decisivi. L’acquisto di Dybala andava in quella direzione, ma le difficoltà atletiche lo hanno frenato. Alla Roma mancano altri profili del genere”.

Che ne pensi del caso Karsdorp?
“Il limite di Mourinho è quello di svalutare i propri giocatori. Alcune cose si dicono esclusivamente all’interno dello spogliatoio. In questo momento non credo ci siano squadre disposte a spendere più di dieci milioni per un calciatore proveniente da questa vicenda. Poi Karsdorp rimane un giocatore di buon livello, capace di stare bene in un’ottima squadra “.

Quanto sarà importante il rientro di Wijnaldum?
“Il problema è il tempo, perché recuperare bene da un infortunio del genere non è facile. Ci vorrà un po’ per reintegrarsi. In mezzo al campo è uno in grado di fare grandi cose”.

Che idea ti sei fatto del mancato utilizzo di Dybala al Mondiale?
“Credo che lui sia una sorta di clone di Messi nella Nazionale. Scaloni chiaramente non si priva mai di quest’ultimo, ma credo che se l’Argentina dovesse andare avanti anche la Joya potrebbe trovare più spazio. Indubbiamente gli serve giocare per essere pronto per il nuovo inizio del campionato”.

Ti aspettavi la sorpresa dell’eliminazione della Spagna dai Mondiali?
“Se si va ad analizzare il Marocco nello specifico si trovano giocatori di valore, protagonisti in Europa. Poi c’è Amrabat, che sta facendo una stagione straordinaria”.

Vedi una favorita?
“C’è tanto equilibrio, ma vedo Brasile e Argentina in campo con una luce negli occhi differente. Hanno una voglia di vincere incredibile. In questo momento si sta accendendo anche Neymar. Anche la Croazia non è una sorpresa perché ha il centrocampo più forte del Mondo. Penso sarà un finale di livello”.