De Biasi: "Luis Enrique? Con la squadra che ha, avrebbe dovuto fare un campionato diverso"

10.04.2012 19:52 di Claudio Lollobrigida   vedi letture
Fonte: Radio Incontro
De Biasi: "Luis Enrique? Con la squadra che ha, avrebbe dovuto fare un campionato diverso"
Vocegiallorossa.it
© foto di Federico De Luca

Il commissario tecnico della nazionale albanese, Gianni De Biasi, ha espresso le sue impressioni in merito al campionato di Serie A ai microfoni di Radio Incontro. Vediamo le sue parole.

Sul Calcioscommesse:
"Preferisco non commentare"

Sulla lotta Scudetto tra Juventus e Milan:
"La Juve ha questo punto di vantaggio che potrebbe conservare fino alla fine. Ha meno infortunati rispetto al Milan, che già da questa sera contro il Chievo avrà assenze importanti ed ha un calendario migliore".

Sul Terzo posto Champions League:
"Dipenderà da diverse situazioni. Credo l'Udinese abbia il calendario migliore anche se la vittoria della Lazio contro il Napoli ha dato grande entusiasmo all'ambiente biancoceleste. Vedremo che risposte darà la Lazio dallo scontro contro la Juventus. "

Sulla Roma di Luis Enrique:
"Per la squadra che ha a disposizione avrebbe dovuto fare un campionato diverso. E' un allenatore straniero e si deve calare in questa realtà. Dovrebbe coniugare il bel gioco con i risultati. Di sicuro se pensi di giocare bene e perdi, significa che non giochi bene".

Sulla sua ex squadra l'Udinese ed il suo uomo-simbolo DiNatale:
"L'Udinese ha una grandissima organizzazione. Sanno scovare giocatori che i procuratori non propongono. Totò è un grandissimo calciatore, non si vincono 2 titoli di capocannoniere in Italia giocando in una provinciale a caso. Per far capire quanto sia importante per la squadra basti pensare che ha segnato circa il 67% dei gol dell'Udinese".

A DeBiasi viene chiesto che tipo di carriera avrebbe fatto DiNatale in una grande squadra:
"Non so. Le grandi squadre comportano pressioni diverse. Di Natale poteva andare alla Juventus, ma ha rifiutato facendo una scelta di vita: probabilmente voleva essere il primo ad Udine che il quarto-quinto alla Juventus."

Sulla lotta per non retrocedere:
"L'unica squadra che potrebbe uscirne dalla lotta per non retrocedere è il Lecce di Cosmi che ha fatto un grande lavoro in Salento e che va rivalutato come allenatore nel panorame nazionale".