Brocchi: "Derby? La Lazio non è riuscita a reagire nel giusto modo"

09.11.2015 16:12 di Claudio Lollobrigida Twitter:    vedi letture
Fonte: Elleradio, tuttomercatoweb.com
Brocchi: "Derby? La Lazio non è riuscita a reagire nel giusto modo"
Vocegiallorossa.it
© foto di Antonio Vitiello

L'ex giocatore della Lazio, Cristian Brocchi, attuale tecnico della Primavera del Milan è intervenuto ai microfoni de "I Laziali Sono Qua", trasmissione radiofonica in onda sugli 88.100 FM di Elleradio.

Sul Derby
"La Lazio, dal punto di vista agonistico, ha sicuramente giocato partite migliori rispetto a quella di ieri. Non ho visto un grande temperamento. L'episodio del rigore ha dato qualcosa in più alla Roma sul piano delle motivazioni, ma c'era tutto il tempo per raddrizzare la partita. La squadra non è riuscita a reagire nel giusto modo".

Su cosa salvare della partita di ieri
"La capacità di aver creato buone occasioni da gol che, con un po' di fortuna, avrebbero riaperto il match. Penso alla traversa di Felipe Anderson ad esempio. Sarei stato molto più preoccupato se la squadra non avesse prodotto nulla di buono. Ora arriva la sosta, che potrebbe aiutare a schiarire un po' le idee, anche se personalmente, quando giocavo, preferivo scendere in campo dopo tre giorni per mettermi alle spalle la sconfitta".

Sui motivi dei cambiamenti di rendimento rispetto alla passata stagione
"L'eliminazione dalla Champions ha influito tantissimo. Probabilmente nella rosa della Lazio ci sono giocatori che vivono l'entusiasmo di determinati momenti e soffrono invece le fasi calanti anche a livello di morale e, conseguentemente, di rendimento. E' chiaro che per ambire a qualcosa di importante serve anche la capacità di reagire a determinate situazioni di difficoltà. Questa squadra ha dato tanto l'anno scorso, ma pecca dal punto di vista mentale. Non credo si possa parlare neanche di rosa corta. Magari quando giocavo io nella Lazio c'erano effettivamente dei problemi di organico, ma oggi i ricambi ci sono".

Su Stefano Pioli
"Ho grande stima di lui. Non credo che sia in confusione, anzi, mi sembra l'unico con le idee ben chiare. I giocatori devono seguirlo al cento per cento e devono dare il massimo in campo".

Sul momento difficile di Candreva
"Antonio è un giocatore che si è sempre battuto molto per questa squadra. E' evidente che non stia vivendo un grande periodo di forma, ma nel calcio ci sono questi momenti. Gli serve un episodio, come ad esempio un gol importante, che possa farlo sbloccare a livello mentale. Sono convinto che il primo che sta soffrendo per la situazione attuale è proprio lui".

Su Parolo e Matri
"L'infortunio di Parolo ha pesato molto in queste ultime partite. Marco è uno dei pochi centrocampisti in grado di fare bene entrambi le fasi di gioco. Matri? Lo conosco molto bene. Forse ha bisogno di giocare con maggiore continuità", riporta tuttomercatoweb.com.