Atalanta, Marino: "Bonaventura è pronto per una big"

17.03.2014 14:20 di Marco Rossi Mercanti   vedi letture
Fonte: tuttomercatoweb.com
Atalanta, Marino: "Bonaventura è pronto per una big"
Vocegiallorossa.it
© foto di Federico Gaetano

L'Atalanta viaggia spedita verso la salvezza e la grande vittoria contro la Sampdoria proietta i nerazzurri a quota 37 punti, a +14 dalla zona calda. Pierpaolo Marino, direttore generale dell'Atalanta, in esclusiva ai microfoni di tuttomercatoweb.com commenta così il bel momento degli orobici.

Colantuono ha parlato di "salvezza raggiunta". Lei concorda con le parole del mister?
"Io sono più scaramantico del mister, preferisco non parlare ancora di salvezza. Diciamo più semplicemente che la vittoria di ieri ci consente di valutare la classifica in maniera diversa, possiamo guardare quelli avanti e preoccuparci un po' meno di chi ci sta dietro".

Numeri alla mano, però, oggi è più vicina la zona europea rispetto a quella salvezza.
"L'Atalanta adesso vuole giocarsi il titolo di rivelazione della stagione assieme al Torino e al Verona. Il Parma lo tengo fuori da questa sfida visto che gli emiliani possono permettersi giocatori del calibro di Cassano e Amauri".

Uno dei protagonisti di ieri è senza dubbio Bonaventura...
"Ultimamente è cresciuto molto, dal suo esordio un paio di anni fa ha imparato tantissimo. Riesce a interpretare un ruolo difficile con sacrificio e mentalità perché oltre alle qualità tecniche mette in campo tanta quantità. Giacomo è pronto per una grande squadra".

In tanti, infatti, lo vedrebbero bene al Mondiale.
"Ogni squadra ha dei giocatori potenzialmente da Nazionale. Io ho grande fiducia nel lavoro di Prandelli, se Bonaventura andrà in Brasile saremo tutti contenti".

Grande merito va anche al tecnico Colantuono. Come valuta l'operato del mister in questa stagione?
"Colantuono è un bravissimo allenatore, i risultati sono sotto gli occhi di tutti e anche il gioco della squadra ci sta dando grandi soddisfazioni. Grande merito dunque al mister, è riuscito a sfruttare al meglio le qualità dei calciatori in rosa".