A Verona con Cassetti vice-Riise?

14.05.2010 19:00 di Gianluca Ricci   vedi letture
Fonte: Vocegiallorossa.it
A Verona con Cassetti vice-Riise?
Vocegiallorossa.it
© foto di Federico De Luca

Sarà emergenza difensiva anche domenica al Bentegodi, quando i giallorossi affronteranno il Chievo nell’ultima partita, ma allo stesso tempo la più importante dell’intera stagione. Claudio Ranieri, dopo essere stato costretto a rinunciare allo squalificato Cassetti nella finale di Coppa Italia e nella sfida col Cagliari, questa volta per lo stesso motivo dovrà fare a meno di Riise. Per quanto l’assenza del terzino bresciano sia stata pesante, lo sarà sicuramente di più quella del mancino di Aalesund. Nei primi tre allenamenti della settimana il mister ha mischiato le carte, non è trapelata alcuna indicazione circa quello che deciderà per Verona. Tuttavia la sua scelta per la sostituzione del roscio norvegese dovrebbe ricadere su Marco Cassetti. Dall’inizio della stagione il numero 77 ha già giocato tre volte nella posizione di terzino sinistro, due di esse in campionato e una in Coppa Italia. Le partite sono quelle esterne di Marassi col Genoa il 23 agosto 2008 e del Friuli con l’Udinese del 28 ottobre. In entrambi i casi la Roma è uscita dal campo sconfitta, rispettivamente 2-3 e 1-2. Meglio è andata contro la Triestina il 12 gennaio scorso, negli ottavi di finale in partita secca del torneo della coccarda tricolore. Pur soffrendo, contro gli alabardati la vittoria e il passaggio del turno sono arrivati comunque. Tuttavia, partita dopo partita, l’annata del match winner del derby d’andata è stata un continuo crescendo e ora l’ex Lecce sembra senz’altro in grado di fornire una prestazione all’altezza della situazione anche in un ruolo diverso dal suo. In alternativa il sor Claudio potrebbe anche optare per una soluzione diversa, senza spostare Cassetti dall’out di destra difensivo. A quel punto sulla mancina scalerebbe Burdisso con Mexes-Juan in mezzo. In ogni caso, anche Nico il Bandido non rende al top se impiegato a sinistra. Lo ha già fatto a Siena, nella prima uscita della Roma targata Ranieri. Vero che la Roma riuscì a fare risultato pieno sul terreno del Franchi, ma la prova dell’ex Inter si rivelò tuttaltro che positiva. C’è ancora un allenamento, quello di rifinitura per decidere, sebbene non ci dovrebbero essere dubbi: al Bentegodi, nella partita dei sogni ad occhi aperti di tutta una tifoseria, l’assetto difensivo giallorosso dovrebbe essere quello con Motta a destra, Cassetti a sinistra e Burdisso centrale al fianco di Juan.