Young Boys-Roma 1-2 - Top & Flop

23.10.2020 23:30 di Luca d'Alessandro Twitter:    Vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Luca d'Alessandro
Young Boys-Roma 1-2 - Top & Flop
Vocegiallorossa.it
© foto di Image Sport

TOP 

RISPARMIO ENERGETICO ALTO - La Roma vince e già questo basta. Lo fa in modalità risparmio energetico alto. La qualità dell'immagine (se facciamo il paragone con una televisore) non può essere brillante, ma l'importante era vedere una vittoria. 

OLD, BUT GOLD - Contro lo Young Boys, i giallorossi sembrano poco Wild, alla Duran Duran, anzi, basta fare un poi gli Spandau Ballet e schierare per una mezz'ora i suoi uomino Gold, come Dzeko e Mikhitaryan per vincere il match. 

MARA(KE)SH EXPRESS - Primo gol per il nuovo difensore della Roma. Sul cross dell'armeno arriva da dietro per svettare di testa e bagnare il suo debutto europeo con la rete che vale i tre punti. 

I PEREZS - In stile Ferragnez, la fascia destra, a tempi alterni, Perez-Peres è quella che crea più grattacapi agli Svizzeri. Lo spagnolo per poco non riesce a replicare la giocata che portò al quinto gol contro il Benevento, il brasiliano, su un grande assist di Dzeko, mette il turbo per superare il proprio marcatore prima di appoggiare delicatamente in porta. 

P(I)A(N)U P(I)A(N)U - Torna in porta dopo la gara contro il Cagliari dove ne combinò delle belle. Una gara pulita, senza sbavature, in cui intuisce il penalty del vantaggio svizzero e compie nel secondo tempo la parata che vale 3 punti alla Roma. 

FLOP 

VIA LA RUGGINE - La formazione titolare è piena di giocatori in fase di rodaggio. C'è chi deve risolvere problemi più mentali che tecnici, chi si ritrova a Roma dopo che la società lo ha provato a piazzare a più riprese, chi è tornato dal Covid-19, chi da crampi durati settimane, chi è giovane e ha bisogno di metterere minuti e fare esperienza, chi è appena arrivato a Roma e chi, un paio, in un certo senso devono essere schierati per mancanza di alternative. Ecco spiegato il primo tempo abbastanza noioso in cui la squadra crea l'occasione di Karsdorp e quella con Perez che ai più ha fatto pensare "ma che semo venuti a fa'". In un periodo della stagione abbastanza compresso occorre che tutti mettano minuti partita nelle gambe.