Salernitana-Roma 0-4 - Top & Flop

30.08.2021 23:45 di Luca d'Alessandro Twitter:    vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Luca d'Alessandro
Salernitana-Roma 0-4 - Top & Flop
Vocegiallorossa.it
© foto di Ianuale/TuttoSalernitana.com

TOP 

K.O. TECNICO - Salernitana-Roma non è stato un match. Troppo superiori i giallorossi, troppo rinunciatario l'atteggiamento dei padroni di casa. Il risultato e i numeri parlano di un K.O. tecnico da parte di Mourinho a Castori. 28 tiri a 5, 714 contro 174 passaggi e un possesso palla dell'80% in favore della Roma. 

LP7+3 - Il migliore giovedì scorso in Conference League, trascinatore con una doppietta contro la Salernitana. Imporantissimo il primo che sblocca una partita potenzialmente pericolosa con lo scorrere del tempo. Gioca con la 7 sulle spalle, ma quando sfoggia certe prestazioni è da numero 10. 

ABRAHAIMOVIC - Primo gol italiano per Tammy Abraham. Un gol "discreto": destro di prima a incrociare sul palo lontano che si insacca sotto l'incrocio. Il lavoro dell'attaccante inglese si apprezza non solo per la rete, anche per la manovra e la presenza fisica in zona offensiva. Nell'azione del gol di Veretout è proprio un suo tocco di sponda a serviere l'armeno che poi effettuerà il passaggio filtrante per il francese. 

COI TEMPI GIUSTI - Secondo posto nella classifica marcatori con 3 gol in due partite. Avanti lui solo Ciro Immobile (che ha battuto 2 rigori in 2 partite di cui uno sbagliato). Il francese, che festeggia al meglio la convocazione in nazionale, specialista della Roma dagli 11 metri, è riuscito a sfruttare le sue doti da mezz'ala, capitalizzando al meglio gli inserimenti dalla retrovia. Tutte e tre le reti avvengono da questa particolare situazione di gioco. 

FLOP 

2021 ANCORA CON LE RETI - In campo difficile trovare un flop per la squadra. Sugli spalti, vedere costretta una tifoseria a dover assistere al match, protetta dalle reti, quando la parte di curva sopra è senza tifosi di casa è un qualcosa che sminuisce il calcio italiano e l'aspetto sociale, specie in una situazione in cui si cerca si enfatizzare il quasi ritorno alla normalità con una pandemia mondiale ancora in corso.